Cercemaggiore – Maxi-rissa durante il rally: coinvolti avellinesi

28 luglio 2008

Cercemaggiore – La V edizione del ‘Rally dei Saraceni’ finisce in rissa e con dieci persone denunciate dai Carabinieri.
Le premesse per una buona riuscita della gara c’erano tutte. Purtroppo, però, non tenevano conto delle intemperanze di alcuni tifosi originari della provincia di Avellino, che erano giunti a Cercemaggiore per supportare un pilota, loro beniamino, che li rappresentava nella competizione sportiva. Poco dopo le 14.00, infatti, presso località Selvafranca alcuni sostenitori campani, per futili motivi riconducibili alle limitazioni imposte loro sull’accesso al tracciato di gara, sembra abbiano aggredito fisicamente due commissari. Una aggressione che è poi diventata una vera e propria colluttazione e che ha coinvolto anche alcuni abitanti della zona, intervenuti in favore dei commissari di gara.
La rissa è stata prontamente sedata dai numerosi Carabinieri della Compagnia di Bojano e delle Stazioni Carabinieri dipendenti, impegnati sul tracciato di gara per il servizio di Ordine Pubblico.
Grazie all’intervento tempestivo dei militari, che hanno evitato ben più gravi conseguenze, sono stati fermati ed identificati diversi soggetti coinvolti nella rissa, sia provenienti dalla provincia di Avellino, sia residenti nel comune di Cercemaggiore.
Il bilancio dello scontro, che in un primo momento era sembrato pesante, è risultato fortunatamente più lieve del previsto; infatti tutte le persone medicate presso il nosocomio del capoluogo hanno riportato contusioni, ecchimosi o ferite lacero contuse per pochi giorni di prognosi.
Abbastanza lievi, per fortuna, sono risultate le lesioni riportate dai due commissari di gara aggrediti.
I soggetti coinvolti nella rissa ed identificati dai Carabinieri, sono risultati tutti incensurati tranne un 35enne di origine campana, con qualche pregiudizio penale sulle spalle, peraltro datato nel tempo.
Nelle prime ore di questa mattina, al termine degli accertamenti avviati dopo i fatti verificatisi nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Bojano hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Campobasso, in stato di libertà per rissa, dieci persone. Due dei tifosi campani segnalati all’Autorità Giudiziaria, poi, sono stati denunciati anche per porto e detenzione di armi ed oggetti atti ad offendere.
Sempre nella tarda serata di ieri, i militari della Compagnia Carabinieri di Bojano, supportati anche da quelli di Campobasso, hanno vigilato sul rientro dei tifosi avellinesi, per prevenire eventuali ritorsioni da parte degli abitanti di Cercemaggiore per i fatti accaduti.
Per i tifosi campani denunciati, ovviamente, è stata avviata anche la procedura per l’adozione del provvedimento di divieto di partecipazione alle competizioni sportive. Il rally è stato sospeso: annullata dagli organizzatori l’ultima prova speciale.