Centrosinistra, Rusolo: “Il nostro contributo per costruire un Avellino diversa”

Centrosinistra, Rusolo: “Il nostro contributo per costruire un Avellino diversa”

28 maggio 2018

Cultura, ascolto costante dei cittadini, mettendo in campo energie e idee “straordinarie”, consapevoli che nella città di Avellino oggi, come sottolineato da Maria Rusolo, questo significhi il ripristino dell’ordinario.

Si può lavorare bene quando c’è coesione e volontà di riportare la politica tra la gente.

Ieri sera all’Ultrabeat la candidata di Avellino è Popolare insieme al candidato sindaco Nello Pizza ha incontrato ragazzi e sostenitori, in un clima di interessato e reciproco scambio di visioni.

Presenti anche il consigliere regionale Maurizio Petracca e gli ex assessori alla cultura Salvatore Biazzo e Gennaro Romei.

Ci presentiamo con la sicurezza di poter dare il nostro contributo a costruire un Avellino diversa – interviene Maria Rusolo, presentandosi a tutti i presenti – La cultura non è solo la stesura di un calendario di eventi e spettacoli, è un modo di intendere la vita, immaginare il domani, dando la possibilità ai ragazzi di crescere in una società con meno diseguaglianza sociale e fenomeni di bullismo.

Dove si coltiva la bellezza il diverso non esiste, perché il diverso diventa una risorsa, una parte di noi. Le strutture pubbliche, che sono state utilizzate in questi anni in maniera privatistica e clientelare, giocano un ruolo fondamentale nell’indirizzo politico e culturale che ci poniamo”.

Dello stesso avviso Nello Pizza, per il quale la cultura è il cavallo di battaglia della sua proposta politica.

“Provando a dare una definizione di cultura – asserisce Pizza –potremmo dire che è un insieme di conoscenze e competenze sulle quali spetta a tutta la comunità costruire, non solo all’amministrazione.

A noi tocca preparare un terreno, ma poi occorre la partecipazione di associazioni e individui perché non esista una cultura della maggioranza. Sono convinto che una svolta in senso culturale possa essere la vera occasione di crescita per la nostra città e la nostra provincia.

Anche per questo abbiamo deciso di circondarci di persone straordinarie come Maria, che possano condividere e lavorare a questo progetto”.