Castelfranci – Pacifico: ‘Stiamo portando avanti grandi progetti’

4 luglio 2005

Castelfranci – La pausa estiva non frena le buone intenzioni degli amministratori castellesi. Positivi, a dire dell’ex sindaco Vincenzo Pacifico, i rapporti con l’opposizione e ottimista il feeling della neo eletta che si sta muovendo, secondo il nuovo capogruppo di maggioranza, nell’ottica della continuità amministrativa, senza trascurare l’attenzione per progetti futuri. Ed intanto l’attesa si affaccia verso i prossimi, importanti traguardi che interesseranno, entro l’estate, il comune del Cervialto. La riapertura, il prossimo 5 settembre, della tratta Avellino-Rocchetta Sant’Antonio, del cui comitato Pacifico è presidente ed assiduo promotore, insieme alla Provincia di Avellino, di un rilancio strategico dell’asse viario (palazzo Caracciolo, a riguardo, ha chiesto un incontro con l’assessore Cascetta); l’imminente appalto di lavori (1 milione di euro) per la soppressione dei fabbricati post sisma e la bonifica in località Vadiantico, S. Eustacchio, Vallicelli (inclusi 250 mila euro per la ristrutturazione dell’istituto comprensivo di via S. Eustacchio); 400 mila euro per opere di pubblica illuminazione (piazza Municipio, via Foria, via Venezia, via Riviera sul Calore) di cui dovrebbe arrivare a breve il decreto di finanziamento; l’inizio dei lavori, entro luglio, di illuminazione (120 mila euro) in contrada Bravale; l’apertura dei cantieri in località Carlo Giardino e l’avvio dei lavori, già appaltati, per la coibendazione della palestra comunale che sarà fornita di riscaldamento (100 mila euro) e per la realizzazione della Villa comunale , ex novo, con bagni pubblici (450 mila euro); la costituzione, a giorni, del Forum Giovanile (150 le iscrizioni), iniziativa fortemente voluta dall’amministrazione comunale per permettere ai giovani di partecipare alla vita politica; la preparazione dei festeggiamenti estivi in paese. Sono solo alcuni esempi di quello che la Giunta Tecce, erede Pacifico, sta mettendo in piedi a Castelfranci. Senza tralasciare la continuazione dei progetti iniziati con il vecchio timone: i 13 alloggi di diritto alla prima casa in via Trentino (500 mila euro); il recupero fognante e stradale di via Sottocorte, Vadiantico e Pendino (750 mila euro); il completamento dei lavori di palazzo Celli (400 mila euro, primo lotto; secondo approvato) dove sarà praticata la vinoterapia; ed ancora, l’importante progetto turistico che abbraccia la zona del fiume Calore, con i lavori del Mulino di Bosco Baiano da trasformare in centro di ristorazione con arredo antico ed accanto un’area pic nic in fase di costruzione, realizzata in collaborazione con la Comunità montana Terminio Cervialto. Insomma, “l’opera amministrativa non si è mai fermata. Stiamo portando avanti grandi progetti, e ci riserviamo di realizzarne ancora tanti in futuro per la crescita di questo comune”, conclude Pacifico. (Antonietta Miceli)