Castelfranci: nove consiglieri si dimettono e sfiduciano il sindaco Pacifico

by 5 marzo 2004

Qualcuno lo ha giudicato un
vero e proprio blitz nei confronti
dell’attuale sindaco,
Vincenzo Pacifico. Altri,
invece, parlano di una legittima
replica al comportamento
politico del primo cittadino
che ha consentito una manovra
che ha il sapore del ribaltone.
Questi i commenti raccolti
in paese, anche perchè lo
schieramento che ha sfiduciato
il primo cittadino non ha
rilasciato dichiarazioni. Il granello
che ha fatto crollare la
montagna risale alla settimana
scorsa, quando Pacifico in
Consiglio comunale ha comunicato
il rimpasto in giunta. La
decisione vedeva il siluramento
di Antonio Santoro, assessore
ai Lavori Pubblici, e di
Felice Santoro, responsabile
al Bilancio e Cultura. La proposta
approvata vedeva promossi
Gennaro Roberto,
Massimo Romano, Enrico
Tecce e Antonio Palma. Il
tutto trovava il supporto di una
parte della maggioranza e
della minoranza. Una decisione che non è andata giù nè
all’ex sindaco Angelo
Bocchino e nè a parte della
stessa minoranza. Ridotto in
termini politici la Margherita
esce spaccata da questa situazione
che si annuncia molto
delicata, anche perchè in giunta
è entrato Massimo Romano
eletto nella lista civica di
Pacifico ma molto vicino ad
Alleanza Nazionale. Di fronte
a questa situazione è partita la
“crociata” contro il sindaco
accusato di essere sceso al
compromesso politico pur di
restare in sella. Su questo lo
stesso Pacifico non si pronuncia
preferisce aspettare gli sviluppi
che arriveranno a breve
dalla Prefettura. Infatti, toccherà
a Costantino Ippolito,
rappresentante del Governo
sbrogliare la matassa e decidere
se proporre o meno lo scioglimento
dell’assise comunale.
La replica non si è fatta
attendere da parte di Bocchino
& c. E ieri mattina la presentazione
delle dimissioni contestuali
di nove consiglieri.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.