A Castelfranci nel segno dell’Aglianico: esperti a confronto

A Castelfranci nel segno dell’Aglianico: esperti a confronto

5 dicembre 2016

A Castelfranci nel segno dell’Aglianico. “Aglianico: passato, presente e futuro” è il titolo del convegno in programma mercoledì 7 dicembre alle 18 nella sala consiliare di Castelfranci.

Il confronto, organizzato dall’amministrazione comunale di Castelfranci, in sinergia con produttori e ristoratori locali, sarà aperto dai saluti del sindaco Generoso Cresta. Poi, moderato dal coordinatore Sud Fisar (Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori) Gerardo Perillo, spazio al confronto con gli interventi del presidente del Consorzio di Tutela dei Vini d’Irpinia Stefano Di Marzo, Piero Mastroberardino, amministratore dell’omonima azienda vitivinicola e dei giornalisti Luciano Pignataro de “Il Mattino” e Carlo Tecce de “Il Fatto Quotidiano”. Interverranno anche il Presidente della Provincia Domenico Gambacorta e la Presidente del Consiglio Regionale Rosetta D’Amelio.

Prima del convegno, alle 16.30, è previsto un momento degustativo sul tema “La voce dell’Aglianico di Castelfranci – Un areale da Cru” con le Cantine Regina Collis (Irpinia Doc Aglianico 2013), Gambale Antonio (Irpinia Doc 2012), Colli e Sole (Irpinia Doc 2008), Gerardo Perillo (Irpinia Doc Campi Taurasini 2015), Colli di Castelfranci (Taurasi 2010), Boccella (Taurasi 2006) e Perillo (Taurasi 2003). L’evento sarà condotto dal giornalista Ugo Baldassarre con la partecipazione di Michelangelo Policastro, miglior sommelier Fisar Sud Italia. Prevista una relazione sull’Aglianico di Felice Perillo.
La giornata si chiuderà con la presentazione di una serie di piatti tipici con abbinati i vini del territorio a cura dei ristoranti “Palazzo Vittoli” (che ospiterà l’evento), “Stella”, “Il Vecchio Mulino”, l’osteria “La Petra” e l’agriturismo “Montagne Verdi”.