Caso Vodafone, “SiAmo Pratola Serra” chiede le dimissioni del sindaco

Caso Vodafone, “SiAmo Pratola Serra” chiede le dimissioni del sindaco

17 dicembre 2018

Dopo le condanne del Tar per la questione Vodafone, il Gruppo “SiAmo Pratola Serra” chiede le dimissioni dell’amministrazione comunale.

“L’irresponsabilità dell’amministrazione, come era prevedibile, ha visto la stessa soccombere legalmente nei confronti della Vodafone per l’istallazione dell’antenna nella frazione San Michele di Pratola in località Conservacarlecchie”, si legge nella nota a firma del Gruppo consiliare.

“Il danno dopo la beffa. Oltre all’antenna c’è anche il danno economico. Caro sindaco lei si rammarica perché l’opposizione fa il suo dovere, e lo fa non festeggiando per la ennesima malefatta della sua e precedente amministrazione. Voi non avete saputo tutelare né la salute dei cittadini né le tasche di essi”.

“Dove eravate quando la Vodafone ha chiesto autorizzazione e installato l’antenna? Chi ha chiuso gli occhi? Ora volete fare la guerra nascondendovi dietro la siepe. Siete prigionieri delle vostre stesse furbizie. Chiediamo un po’ di orgoglio da parte vostra e più rispetto verso il nostro paese”.                                                             

“Un atto di responsabilità che metta fine alle continue nefandezze da voi perpetrate, indebitando il comune e non tutelando la salute e sicurezza dei cittadini. E’ inutile aspettare il turn over, dimettetevi ora…Pratola Serra Ve ne sarà grata per sempre”.