Caso squalifiche: la vittoria dell’Avellino è in cassaforte

Caso squalifiche: la vittoria dell’Avellino è in cassaforte

19 dicembre 2018

di Claudio De Vito – L’Avellino può godersi il 4-1 sul campo del Budoni senza alcun tipo di ansia legata all’impiego di Antonio Pizzella, Alessio Tribuzzi e Santiago Morero squalificati in mattinata dal giudice sportivo.

In Serie D infatti non vige l’automatismo della squalifica come nei campionati regionali, bensì bisogna attendere le decisioni del giudice sportivo giunte appunto il giorno stesso della gara dei lupi in Sardegna. E “le sanzioni che comportano squalifiche dei tesserati devono essere scontate a partire dal giorno immediatamente successivo a quello di pubblicazione del comunicato ufficiale” recita l’articolo 22 comma 2 del Codice di Giustizia Sportiva che si applica al caso di specie.

Dunque i tre calciatori in questione, tutti schierati dal 1′ oggi, hanno potuto giocare e saranno appiedati a partire da domani, quindi indisponibili contro il Latina (insieme a Kelvin Matute diffidato e oggi ammonito per la quinta volta).

E’ quanto emerso in mattinata da un’accurata valutazione effettuata dalla dirigenza biancoverde che ha interpellato Bruno Iovino, esperto in materia, il quale potrebbe entrare a far parte del club Sidigas nel ruolo di direttore generale. Pertanto non esiste alcun margine di ricorso per il Budoni. Il successo biancoverde è in cassaforte.