Caso parcheggio Asl Atripalda, Primavera Irpinia: “Troppi dubbi, Comune dia risposte ai cittadini”

Caso parcheggio Asl Atripalda, Primavera Irpinia: “Troppi dubbi, Comune dia risposte ai cittadini”

24 agosto 2018

Il circolo di Atripalda di Primavera Irpinia si è fatto portavoce, presso l’Amministrazione Comunale, delle preoccupazioni e dei disagi che negli ultimi tempi numerosi cittadini manifestano in relazione al parcheggio a pagamento automatizzato di via Manfredi, nell’area dove è ubicata l’Asl.

“Possibile – si legge nella nota –  che dobbiamo pagare per andare a fare una visita medica oppure per accompagnare un malato? Possibile che dobbiamo pagare per accompagnare i bambini a scuola? Possibile che dobbiamo pagare anche quando è in funzione la guardia medica e avremo bisogno di cure?”.

L’Amministrazione Comunale deve dare ai cittadini delle risposte in merito. Quello che più ci lascia esterrefatti, però, seppur nel rispetto della proprietà privata e del diritto di impresa che è uno dei pilastri fondanti della nostra Associazione, è il tipo di installazione approntata in via Manfredi.

In base alla delibera n. 117 dell’11 luglio del 2013, la precedente Amministrazione approvò il progetto presentato dai proprietari dell’area (circa 3500 mq.) per la realizzazione di un parcheggio privato a pagamento. Dei circa 3500 mq., 1440 sono da destinarsi a parcheggio pubblico, così come previsto nel P.R.G., e da gestirsi tramite apposita Convenzione stipulata con il Comune il 7 agosto 2013.

Essa prevede tutte le norme di realizzazione/gestione di detto parcheggio pubblico (determinazione dell’area, destinazione della stessa, organizzazione per la fruizione, regolamentazione delle tariffe ecc…) dall’osservazione della realizzazione dell’opera, appena conclusa, si nota subito che non è possibile distinguere il “parcheggio pubblico” da quello “privato”, né sono presenti indicazioni sulle tariffe e gli orari di detto “parcheggio pubblico”; in pratica in tutta l’area c’è un’unica tariffa (0,60 euro per un’ora di sosta). Questo ha creato un forte disagio nelle persone che si sono rivolte a noi, in quanto hanno il dubbio (anzi la certezza se guardate la foto inerente le tariffe) che le tariffe applicate al “parcheggio privato” (più alte) possano venire applicate anche a quello “pubblico”.

Tra l’altro non sono riportati i 15 minuti gratuiti e il parcheggio si paga anche di notte…stiamo sempre parlando della parte “pubblica” del parcheggio…Noi crediamo che sia diritto del privato stabilire le tariffe che ritiene più opportune per la sua gestione “privata”, come crediamo che alla parte “pubblica” del parcheggio vadano applicate quelle comunali in vigore: 0,50 euro per un’ora di sosta ed i primi 15 minuti gratuiti. A tal proposito attendiamo lumi direttamente dal Sindaco Spagnuolo in merito al rispetto degli accordi ratificati con la proprietà nella Convenzione sottoscritta con l’Ente”.