Caso Irm: il comitato Monte Sant’Angelo scrive al Ministro Matteoli

2 luglio 2005

Manocalzati – L’Irm continua a far discutere di sé. Il comitato Monte S. Angelo di Manocalzati ha inviato una nota al Ministro dell’Ambiente Altero Matteoli, al Presidente della Regione Bassolino e alla deputazione irpina per chiedere la revoca delle autorizzazioni e concessioni alla Irm srl per lo stoccaggio e la lavorazione dei rifiuti. Una richiesta che non fa passare inosservata nemmeno la delocalizzazione delle attività dall’attuale sito di Manocalzati. Un documento nel quale si ripercorrono le tappe di un rogo che ha provocato non pochi danni ambientali. Diversi i confronti, le posizioni su una questione che a detta dei più deve essere risolta. A maggior ragione se si tratta di avere chiarezza su dati – forse ancora parziali – che riguardano la sostenibilità ambientale. Bastano, però, a far allarmare gli abitanti del paese irpino che si trovano a poca distanza dello stabilimento. Certo è, come più volte è stato evidenziato dal chimico della Irm, che non si possono addossare tutte le responsabilità ad uno stabilimento che ha “lavorato in maniera idonea”. Su questo fronte già il consigliere Franco Mazza si è espresso in maniera discorde. Insomma una querelle che non si chiuderà facilmente. Ad ogni modo, il comitato chiede la bonifica dell’area e maggiori garanzie: è in ballo la salute e non solo. (di Teresa Lombardo)