Caso De Luca-Severino, Foglia (Ncd) diffida il Prefetto di Napoli

Caso De Luca-Severino, Foglia (Ncd) diffida il Prefetto di Napoli

11 giugno 2015

Continua il dibattito sulla Severino. Dopo l’intervento di Angelino Alfano, segretario nazionale del Nuovo Centrodestra, arriva la presa di posizione da parte di un gruppo di dieci consiglieri regionali uscenti, capeggiato da Pietro Foglia, ex presidente del Consiglio Regionale, che ha depositato un atto di diffida al Prefetto di Napoli con il quale ha chiesto l’immediata trasmissione al premier, Matteo Renzi, della nota di comunicazione dell’avvenuta elezione di Vincenzo De Luca, ai fini dell’avvio del procedimento di sospensione previsto dalla legge.

Gli ex consiglieri hanno tenuto a ribadire che «l’invio della comunicazione della sussistenza di una causa di sospensione dell’eletto, già prima della sua proclamazione, costituisce prassi consolidata delle Prefetture, seguita da quella di Napoli anche in occasione delle elezioni regionali del 2010. In particolare, gli allora eletti Roberto Conte e Alberico Gambino furono entrambi sospesi dalla carica prima dell’inserimento del nuovo Consiglio Regionale proprio in conseguenza della nota del Prefetto».

I firmatari della diffida, inoltre, hanno ricordato: «La trasmissione da parte del Prefetto costituisce un atto dovuto, da eseguire in modo immediato, come sottolineato dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione proprio con riferimento alla Legge Severino». Copia della diffida è stata inviata anche alla Procura della Repubblica di Napoli.