Caso Aias, la Procura continua ad indagare: dieci avvisi di garanzia

Caso Aias, la Procura continua ad indagare: dieci avvisi di garanzia

30 novembre 2017

Dopo il blitz della Guardia di Finanza alle sedi delle associazioni AIAS e Noi con Loro, emergono maggiori dettagli dell’inchiesta condotta dalle Fiamme Gialle su disposizione del Procuratore Rosario Cantelmo.

Nel mirino della giustizia anche Anna Maria Scarinzi, moglie dell’ex premier Ciriaco De Mita, coinvolta in quanto legale rappresentante delle associazioni.

Dieci gli avvisati di garanzia nell’ambito dell’indagine. Oltre a  Gerardo Bilotta, rappresentante legale di AIAS Avellino, e Anna Maria Scarinzi, moglie di Ciriaco De Mita, a capo di Noi con Loro, indagati anche Massimo Preziuso, gestore Aias Onlus di Avellino, Carmine Preziuso, in qualità di legale rappresentante della CM Group s.r.l., Marco Preziuso, Anna Maria Preziuso ed Emanuela Acheo.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Mattino risulterebbero al momento indagati anche Luca Di Luccio, 44enne di Avellino, Ivan Ramora, 38enne di Avellino, e Luca Catallo 36enne di Benevento mentre altri nomi sarebbero al vaglio degli inquirenti.

I reati su cui indaga la Procura vanno dalla truffa per ottenere l’erogazione di fondi pubblici alla falsa fatturazione per operazioni inesistenti, passando per l’abuso di ufficio in concorso, relativo al caso accreditabilità, fino all’associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio e all’evasione delle imposte.