Caso Abete, interrogazione parlamentare di Sinistra Italiana

Caso Abete, interrogazione parlamentare di Sinistra Italiana

by 19 ottobre 2016

Gli onorevoli Giancarlo Giordano e Nicola Fratoianni, rappresentanti di Sinistra Italiana, hanno indirizzato un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, per fare chiarezza sul caso dell’aggressione all’invitato di Striscia la Notizia, Luca Abete, che ha visto protagonisti alcuni agenti delle forze dell’ordine della Questura di Avellino.

“Premesso che:

  • nel corso della recente visita del Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ad Avellino l’inviato della trasmissione “Striscia la notizia” Luca Abete, ha tentato di rivolgere alcune domande alla titolare del Ministero in quanto in alcuni precedenti servizi televisivi aveva raccolto numerose testimonianze, soprattutto di genitori degli alunni, circa l’inefficienza di diverse scuole campane sprovviste delle più elementari necessità strumentali igienico-sanitarie e lo stato di precarietà nel quale versano le stesse strutture;
  • l’inviato, che ha tentato di rappresentare simbolicamente e in modo del tutto pacifico questa esigenza che riguardava la comunità scolastica campana, in un primo momento veniva trattenuto e poi scaraventato verso una inferriata dal personale del servizio d’ordine e da responsabili  della Questura di Avellino riportando le prime visibili contusioni;
  • cercando di fare semplicemente il proprio lavoro di intervistatore, in un contesto che non vedeva assolutamente situazioni di protesta collettiva né altre di potenziale messa a rischio dell’incolumità pubblica, l’inviato veniva affrontato da un responsabile della Questura il quale prima proferiva parole di insulto e offesa personale e successivamente nell’avventarsi contro l’inerme corrispondente lo colpiva sulla testa con un pesante manrovescio bloccandone di fatto ogni libero movimento;
  • nonostante Luca Abete ribadisse l’esclusiva volontà di rivolgere solo delle domande al Ministro Stefania Giannini, veniva fatto nuovamente oggetto di insulti e improperi da parte del medesimo  responsabile e scaraventato in un’auto della polizia che provvedeva a tradurlo in Questura, anche qui accompagnato da una serie di insulti personali ;
  • l’intera ricostruzione dei fatti è stata realizzata in presa diretta da cameraman della troupe della nota trasmissione televisiva di  “Canale 5” e proposta integralmente nella messa in onda serale di Lunedì 17 ottobre 2016 e poi rilanciata sui diversi canali dei social network ;
  • l’incresciosa vicenda è proseguita in Questura dove si è potuto ascoltare, anche qui in presa diretta di registrazione audio, la continuazione dei comportamenti  irriguardosi sostenuti nei confronti del signor Luca Abete allorquando sono continuati gli insulti personali, con epiteti violenti e razzisti nonché minacce di arresto, senza che l’inviato commettesse alcunché limitandosi a difendere la sua versione dei fatti, confortata dalle immagini televisive, rispetto a quella del tutto arbitraria e palesemente artefatta di un responsabile della Questura di Avellino;

Quali iniziative urgenti il Ministro in indirizzo intende intraprendere alla luce del riscontro oggettivo e incontestabile dell’accadimento dei fatti innanzi esposti, che hanno suscitato nel Paese un’enorme  reazione di sconcerto e di condanna; quali altre iniziative intende favorire  riguardanti  la gestione dell’ordine pubblico da parte delle forze di Polizia quando non vi sono condizioni  oggettive  di rischio e pericolo per l’incolumità collettiva ma solo lo svolgimento pacifico del lavoro informativo da parte degli operatori del settore o dimostrazioni di dissenso civile e non violento da parte di cittadini in occasione di esposizioni pubbliche di rappresentanti istituzionali.”