Casa vacanze sicura, ecco la guida della Polizia Postale

Casa vacanze sicura, ecco la guida della Polizia Postale

28 giugno 2020

Dopo il lockdown la voglia di vacanza si fa sentire, per un’estate sicura molti puntano all’affito di una casa vacanza, indipendente e facilmente raggiungibile con mezzi propri. La tendenza riaccende l’attenzione sull’importanza di agire in sicurezza sul web, fin dal momento della ricerca e prenotazione.

Polizia Postale e delle Comunicazioni, Unc (Unione nazionale consumatori) e Subito, rinnovano anche quest’anno la collaborazione e l’impegno per offrire un supporto concreto per scegliere la propria casa vacanza con una guida di 8 regole.

Immagini realistiche, complete e non troppo patinate da verificare con un motore di ricerca web di immagini; descrizione completa e dettagliata dell’immobile da verificare cercare la strada indicata sulle mappe satellitari disponibili on line; contattare l’inserzionista via chat per chiedere informazioni e foto aggiuntive sull’immobile e approfondire con una chiacchierata chiedendo il numero di telefono, possibilmente fisso; prezzo dell’immobile adeguato da accertare con una ricerca sulla zona tramite la piattaforma in cui è presente l’annuncio; incontro con l’inserzionista e consegna dell’importo dovuto di persona; la richiesta di una caparra è legittima, purché non superiore al 20% del totale; non inviare documenti personali come carta d’identità, patente o passaporto; effettuare pagamenti solo su Iban o tramite metodi di pagamento tracciato.