Carpi-Avellino 0-0. Foscarini sconsolato: “Perdo giocatori tutti i giorni”

Carpi-Avellino 0-0. Foscarini sconsolato: “Perdo giocatori tutti i giorni”

28 aprile 2018

L’Avellino continua a stare sospeso. Il pareggio di Carpi fa classifica fino a un certo punto, ma alla fine può anche andar bene per come si è messa la gara nel secondo tempo con l’espulsione di Riccardo Marchizza.

”Sono convinto che in undici contro undici ce la saremmo giocata, la partita sarebbe diventata interessante per noi – ha spiegato Claudio Foscarini – abbiamo avuto l’atteggiamento giusto giocando a calcio anche se abbiamo punto poco. La partita poi è cambiata con l’espulsione. Purtroppo perdo giocatori ogni giorno, sono scontento di questo, e oggi non abbiamo potuto giocare come avremmo voluto”.

Claudio Foscarini non sa più a quale santo votarsi per abbattere la maledizione infortuni, ma intanto si consola con la riduzione del divario tra il rendimento casalingo e quello esterno. “Siamo migliorati in questo – ha evidenziato il tecnico biancoverde – prima il divario era più marcato, a parte Palermo l’approccio è sempre stato positivo e giochiamo da squadra che vuole fare risultato in trasferta. Anche il tifo ci mette del suo – ha aggiunto – non giochiamo mai fuori casa perché i nostri tifosi sono calorosi e soffocano anche quelli di casa. Oggi ci hanno dato una grossa mano”.

In zona salvezza le dirette avversarie scappano ma Claudio Foscarini cerca di fare forza a sé stesso e al gruppo: “Bisogna essere forti. Dobbiamo guardare in casa nostra perché al di là dei risultati degli altri dobbiamo trovare quelli nostri. Basarsi sugli altri non serve, serve piuttosto fare punti. Oggi levano la vittoria ma non potevamo”.