Caro sosta in centro, Casapound promette battaglia

Caro sosta in centro, Casapound promette battaglia

28 febbraio 2019

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota di Casapound Avellino:

“E’ di questi giorni la proposta avanzata dal comune di Avellino di appesantire ulteriormente le tariffe per la sosta nella nostra città: sembra infatti che si voglia estendere la fascia oraria di pagamento all’intera giornata, tarando i parchimetri per far pagare anche durante la fascia oraria a cavallo della pausa pranzo.

L’unico obbiettivo insomma, è quello di far cassa, a discapito dei cittadini e commercianti ormai esausti di finanziare in modo inaccettabile le casse comunali con questa tassa. Come già fatto presente in passato, la gestione delle aree di sosta sul territorio comunale presenta numerosissime criticità, in quanto i criteri che regolano le tariffe nelle stesse non tengono conto né dei vari tipi di sosta né delle diverse esigenze di parcheggio della cittadinanza. 

Basterebbero pochi e piccoli interventi di modifica al piano di sosta del comune di Avellino; interventi e modifiche che potrebbero porre fine a questo fenomeno di usura nei confronti dei cittadini, come ad esempio la creazione di un abbonamento semestrale o annuale, la possibilità di sosta gratuita della durata di 15 minuti, e la sostituzione di una parte delle numerosissime strisce blu con quelle bianche; ricordiamo che le strisce blu che regolano il pagamento della sosta sono illegali se nella stessa area non è presente la stessa quantità di strisce bianche.

Vigileremo sulla questione, pronti a scendere in piazza per protestare in maniera forte e decisa contro questo ennesimo oltraggio alla cittadinanza, che mira solo a risanare il bilancio del Comune, senza alcuna considerazione del servizio offerto e delle esigenze dei cittadini”.