Carmine Malzoni: “Bimbo reagisce alle cure ma bisogna aspettare”

Carmine Malzoni: “Bimbo reagisce alle cure ma bisogna aspettare”

30 novembre 2017

Pasquale Manganiello – Martedì scorso, presso la Clinica Malzoni di Avellino, è nato prematuramente un bimbo di soli 360 grammi. Carmine Rosario lotta per la sopravvivenza nel reparto di terapia intensiva neonatale della struttura di Viale Italia.

“Bisogna stare con i piedi per terra – dichiara a Irpinianews il prof. Carmine Malzoni – è stata una gravidanza difficile. La mamma ha una patologia cronica importante ma ha deciso eroicamente di portare avanti la gravidanza che è andata avanti fino a quando non è stato necessario intervenire.”

“Un neonato di soli 360 grammi – continua il luminare – non sarebbe in grado di sopravvivere considerando anche il calo fisiologico. A 27 settimane i centri nervosi sono sufficientemente formati, si può sperare che il bimbo ce la possa fare anche perchè, e lo dico senza falsa modestia, la nostra terapia intensiva neonatale è validissima ed è in condizione di aiutarlo in questo duro percorso.”

“Avremmo voluto dare questa notizia tra un paio di settimane – precisa Malzoni – quando le possibilità sarebbero state molto più concrete rispetto ad ora ma il bimbo sta reagendo bene alle cure. Siamo moderatamente ottimisti. Resta massima riserva da parte nostra a riguardo, tra qualche settimana speriamo di poter dare una bella notizia”.

La Malzoni è l’unica tra le cliniche private campane ad avere la terapia intensiva neonatale. Il primario di neonatologia della clinica, il Dott. Angelo Izzo, sottolinea l’importanza delle prossime due settimane:

“In queste prime 48 ore il bimbo ha risposto bene a tutte le terapie; le prime due settimane sono quelle critiche, con tanti problemi che possono sopraggiungere come infezioni, insufficienze renali e respiratorie. Casi di questo genere sono molto delicati, non è una condizione facile ma abbiamo tutta la strumentazione per aiutarlo.”

 

Leggi anche