Carlo Sibilia: “Siamo stufi di questi modi avventurieri di concepire l’imprenditoria”

Carlo Sibilia: “Siamo stufi di questi modi avventurieri di concepire l’imprenditoria”

8 ottobre 2015

In occasione dell’incontro di domani, lunedì 12 ottobre, al Mise tra i lavoratori della MEMC spa e il gruppo Pugliese interviene il deputato del Movimento 5 Stelle Carlo Sibilia.

“Una vicenda tragicomica – esordisce il parlamentare avellinese – quella che ha investito l’azienda MEMC di Merano che, nel 2011, dopo aver annunciato la sospensione della produzione del policristallino per il settore solare, iniziava a vedere un barlume di luce visto l’interesse manifestato all’epoca per la sua acquisizione da parte del gruppo Pugliese.

Successivamente si firma un accordo sindacale in ragione di un piano industriale con la promessa di investimenti milionari e addirittura di un aumento dell’organico aziendale.

Tutto ciò non accade e il comportamento di Pugliese inizia ad essere più chiaro ai sindacati e ai lavoratori visto che non vengono pagate le quote del Fondo Sanitario integrativo, quelle del Fondo Previdenziale del Trentino Alto Adige e quelle sindacali”.

“Inutile dire – afferma il portavoce 5 Stelle – che tutti gli impegni presi non sono stati rispettati tanto che l’imprenditore viene invitato al Mise il 2 ottobre data in cui viene sottoscritto l’ennesimo accordo con l’impegno di pagare tutte le spettanze ai lavoratori ed alle aziende che vantano crediti per 1,6 milioni di euro”.

“I lavoratori della MEMC sospettano che l’imprenditore irpino al nuovo incontro previsto per domani, chieda la CIGS per prendere tempo proprio come sta facendo con ElItal di Avellino. Di questi modi avventurieri di concepire l’imprenditoria – conclude Sibilia – siamo stufi e pretendiamo da costoro rispetto per la vita dei lavoratori e per quelle aziende che vantano crediti milionari”