Carcere Bellizzi, allarme sovraffollamento: la denuncia dei Radicali

24 agosto 2014

Avellino – Record di sovraffollamento nei carceri di Bellizzi Irpino (Avellino) e Fuorni, a Salerno. A denunciarlo sono i Radicali della città Capoluogo che quest’oggi hanno tenuto una conferenza stampa dove hanno esposto la loro protesta attraverso lo sciopero della fame per lanciare un segnale al dirigente ASL di Salerno e il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro. L’adesione al digiuno è stato dei deputati Gennaro Mucciolo, Dario Barbitotti e Michele Ragosta, del Presidente della Camera Penale Silverio Sica, insieme a Donato Salzano e all’intero gruppo dirigente di Radicali Salerno “Maurizio Provenza” nonchè di numerosi altri esponenti del territorio. I Radicali attraverso dei report denunciano percentuali di sovraffollamento per il carcere di Avellino al 125% mentre per quello salernitano si raggiungono numeri serbi con oltre il 140%. I dati nazionali del Ministero della Giustizia in pratica parlano di un tasso di sovraffollamento di circa il 120% che vuol dire che 120 detenuti devono spartirsi lo spazio di 100 posti, dati che vedono l’Italia tra i paesi europei secondi soltanto alla Serbia con il suo 145%. Appello dei radicali anche alla Caritas e denuncia anche dello stato di degrado in cui versa Fuorni, dall’ insufficiente impianto elettrico alla carente situazione igienico-sanitario.