Capriglia – Spiniello: “Rivediamo tariffa Imu”

6 dicembre 2012

“Abbiamo proposto la riduzione del 30% degli importi di riferimento per quanto riguarda il tributo ICI aree fabbricabili e questo sarà discusso nel consiglio comunale del prossimo 10 dicembre”, lo ha annunciato il capogruppo di opposizione al “Comune” di Capriglia, Domenico Spiniello. In un incontro con la cittadinanza, l’opposizione consiliare e alcuni esponenti della lista “Il Paese” hanno fatto il punto sui primi sette mesi dell’amministrazione guidata da Nunziante Picariello, “Capriglia, Bene Comune”. Spiniello ha sottolineato che il gruppo di minoranza realizzato un manifesto, affisso il 10 di ottobre scorso attraverso il quale si suggeriva la riduzione dell’ICI sulle aree fabbricabili per il periodo 2007-2011 con apposito regolamento da adottare in consiglio comunale. “Non si abbia paura. Non si deve temere il giudizio di responsabilità contabile della Corte dei Conti; Sul punto si deve sapere che per tale imposta comunale il Consiglio è sovrano”. Spiniello ha “chiosato”: “seppur essendo questa un’Amministrazione espressione di una lista civica, non sarebbe eresia poterla eventualmente inquadrare nel contesto politico di centrosinistra e proprio per questo partendo dallo “slogan nazionale” “Il coraggio di cambiare” chiedo che lo facciano. Rivedano al ribasso le aliquote che hanno valori percentuali che arrivano anche all’8,60 per mille. Aliquote aumentate di un punto”. Spiniello analizza questi primi mesi: “E’ stata fatta una campagna elettorale incentrata sulla “revisione” di quanto operato dalle Amministrazioni passate e il Cimitero è stato il punto emblematico. Ebbene, ci chiediamo quali siano i loro progetti, le opere del passato da rivedere. Cosa intendono fare per il Cimitero; intendono ampliarlo? Come? Quando? Individueranno un’area per la delocalizzazione? Noi avevamo un progetto”. Spiniello non si ferma anzi “rincara”: “L’approvazione del Bilancio da parte della Maggioranza era doverosa, pena, il “decadere” della stessa Amministrazione. Questo non basta. Sarebbe stato già un buon proseguire quello sulla strada che avevamo intrapreso, aveva intrapreso la lista “Il Paese”; continuare, completare i lavori che avevamo in cantiere ma ad oggi non intravediamo una linea politico-programmatica. Abbiamo tenuto questo incontro dopo sette mesi e non dopo i “canonici” 100 giorni, proprio perché non siamo faziosi, vogliamo essere equilibrati, di conseguenza il nostro è un lavoro propositivo”. All’incontro ha preso la parola, tra gli altri, l’ex vice-Sindaco, Antonio Evangelista.