Cani abbandonati, già 361 nel primo ponte d’estate. 44 in Campania

Cani abbandonati, già 361 nel primo ponte d’estate. 44 in Campania

16 giugno 2019

Dal 30 maggio al 2 giugno, secondo i numeri dell’Aidaa, associazione italiana difesa animali e ambiente sono, stati 361 i cani abbandonati da padroni senza cuore. Il maggior numero si è registrato in Puglia.

Dietro la Puglia, che detiene il triste record con 110 abbandoni, si posizionano Sicilia, con 54, Sardegna (51), Campania (44) ed Emilia Romagna (38). Basse, fortunatamente, le segnalazioni di animali vaganti provenienti da Umbria e Marche.

Solo nei primi tre mesi 4.300 amici a quattro zampe sono stati abbandonati da coloro di cui si fidavano ciecamente e con cui avevano condiviso giornate più o meno indimenticabili: meno di un terzo di essi è stato lasciato al canile, 700 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Proprio il canile sarà la destinazione finale dei cani segnalati nelle strade d’Italia, una volta che verranno catturati. Per tanti di loro, però, arriva prima la morte, stritolati dalle ruote delle automobili in corsa, poco lontano da quel ciglio dove erano stati lasciati.

Inoltre l’associazione segnala che più di 1.200 cani sono deceduti per il caldo nel 2018 e ben 10.000 sono dovuti ricorrere alle cure veterinarie per problemi legati alla presenza sui balconi durante le ore calde.

Per l’Aidaa, negli ottomila comuni italiani, “ogni anno almeno mezzo milione di cani viene lasciato di giorno al sole sul balcone per molte ore, a volte anche per tutta la giornata spesso senza riparo e senza acqua”, tanto da fare appello ai sindaci affinché venga vietata la detenzione degli animali sui balconi specialmente nelle ore più calde.