VIDEO/ Candelora, Luxuria cittadina di Ospedaletto: “Il Papa inviti i femminielli in Vaticano”

2 febbraio 2019

Enzo Costanza – Vladimir Luxuria, ex parlamentare italiana e prima parlamentare transgender di uno Stato europeo, parla subito dopo aver ricevuto la cittadinanza onoraria che le ha conferito il comune di Ospedaletto d’Alpinolo, il paese ai piedi del monte Partenio, dove sorge il Santuario di Montevergine, luogo di culto che richiama migliaia di fedeli e dove il due febbraio di ogni anno si venera “Mamma Schiavona” con una tradizionale processione della Candelora la cosiddetta juta dei femminielli a Montevergine. Con Luxuria, la cittadinanza onoraria è andata anche al musicista Marcello Colasurdo

“Non avrei mai pensato in vita mia di poter ricevere una cittadinanza onoraria . Incontrare gli occhi di Mamma Schiavona per me ha un significato grandissimo”.

“Le mie partecipazioni ai pellegrinaggi a Montevergine vogliono sottolineare la mia devozione a Mamma Schiavona e soprattutto la mia lotta per la difesa dei diritti degli omosessuali”.

Mentre continuano le polemiche per la partecipazione di Luxuria alla trasmissione Rai “Alla Lavagna” da Ospedaletto l’ex parlamentare lancia un messaggio di pace:  “Tira una brutta aria in Italia, i cosiddetti diversi vengono emarginati spesso, ma spero che il Papa possa conoscere questa tradizione e invitare una delegazione di femminielli, ovvero gli omosessuali e i transgender, in Vaticano”.

Luxuria poi, accanto al cantore Colasurdo, racconta l’inizio della sua ‘pratica’, 18 anni fa, a Montevergine: “Ero al teatro Augusteo a Napoli e leggevo sulla stampa locale di questo magnifico rito e da allora non mi son persa nemmeno una edizione”.