Campania abusiva: non in regola più di una casa su due

Campania abusiva: non in regola più di una casa su due

14 maggio 2018

Cresce l’abusivismo edile al Sud. Se a livello nazionale per ogni 100 abitazioni costruite nel 2017, ne sono state edificate 19,4 in modo abusivo, al Sud il dato arriva fino al 49.9 per cento. Un trend in costante e preoccupante crescita: nel 2005 l’indice di abusivismo complessivo era all’11,9, dieci anni dopo era salito al 19,9 per poi assestarsi in un paio d’anni al 19,4.

Al Nord, certificano i dati allegati al Documento di programmazione economica e finanziaria, approvato dal consiglio dei ministri di fine aprile, pubblicati da Italia Oggi, però l’abusivismo edilizio si è ridotto entro limiti quasi fisiologici. La regione messa peggio nella classifica dell’illegalità è il Molise, con 71 abusi edilizi ogni 100 costruzioni autorizzate dai comuni, seguita da Campania (64,3) e Calabria (64,1). La regione più virtuosa è il Trentino (2,0), seguita da Friuli (3,5), Piemonte e Valle d’Aosta (5,8). Ovviamente quando si parla di abuso edilizio non ci si riferisce solo a costruzioni completamente abusive, ma anche a quelle con difformità parziali.