Camera di Commercio, ecco il decreto per la fusione tra Irpinia e Sannio

Camera di Commercio, ecco il decreto per la fusione tra Irpinia e Sannio

14 settembre 2018

Pubblicato sul Burc n.66 dello scorso 13 settembre il decreto di nomina del consiglio camerale della Camera di Commercio Irpinia-Sannio. La decisione di unirsi per dar vita ad un singolo organismo era stata assunta autonomamente da Benevento ed Avellino.

Entra dunque nella fase finale l’iter, avviato il 16 novembre 2016 dal decreto ministeriale di istituzione della Camera di Commercio Irpinia Sannio, che porterà alla fusione degli enti camerali di Avellino e Benevento. La provincia di Avellino assume la sede legale principale, mentre la sede di piazza IV novembre a Benevento diventa quella secondaria.

Ora si provvederà a rilevare le associazioni interessate e la relativa rappresentatività. Le designazioni per il rinnovo del consiglio camerale dovranno pervenire alla Direzione Generale Sviluppo Economico e Attività Produttive della Giunta Regionale della Campania entro, e non oltre, i trenta giorni successivi alla notifica del decreto.

Secondo il decreto del presidente della giunta regionale il nuovo consiglio camerale dovrebbe distribuirsi in questo modo: 6 seggi agricoltura e commercio; 5 seggi per l’industria; 4 seggi per i servizi alle imprese; 3 seggi per l’artigianato; 2 seggi per il turismo; 1 seggio per organizzazioni sindacali dei lavoratori, cooperazione  associazioni dei consumatori, per ordini e professioni, per credito ed assicurazioni e 1 seggio riservato ad altri settori. 

 

Ecco il resto del decreto a firma del presidente della giunta regionale Vincenzo De Luca.

DECRETO_PRESIDENTE_GIUNTA_DIP50_2_N_145_DEL_12_09_2018