Cambio proprietà U.S. Avellino, calciomercato bloccato

Cambio proprietà U.S. Avellino, calciomercato bloccato

11 gennaio 2020

di Claudio De Vito. I fari accesi dalla Procura Federale sul passaggio di consegne avvenuto il 6 dicembre fra Sidigas e la IDC alla guida dell’Unione Sportiva Avellino blocca di fatto l’operatività del club biancoverde che, tra le altre cose, non può compiere operazioni di calciomercato. Ecco perché tardano ad arrivare gli annunci relativi a Francesco Bertolo e Agostino Rizzo. E si rischia il blocco dell’intero calciomercato invernale, se le cose dovessero andare per le lunghe.

Gli esposti in Figc sarebbero addirittura due, entrambi provenienti dall’area Sidigas che ha gestito fino a poco più di un mese fa il club. Addirittura uno sarebbe opera di un ex dirigente. Gli oo7 federali, nell’ottica di un eventuale procedimento a carico dell’Avellino, vogliono vederci chiaro sui requisiti di onorabilità e solidità finanziaria anche perché nella composizione della IDC figurerebbe ancora Nicola Di Matteo. E l’ex amministratore delegato del Teramo non figura nell’attuale compagine societaria composta da cinque soci.

Bocche cucite da parte della società che ha preferito affidare la ricostruzione delle vicende delle ultime ore ad un comunicato stampa redatto dallo studio Chiacchio. La nota sarà diramata nelle prossime ore. L’interrogatorio di Nicola Circelli di ieri a Roma è durato circa quattro ore. La Procura Federale continuerà con le audizioni per valutare o meno se far scattare il deferimento.