Calitri-Dal 24 giugno “Motoraduno nazionale e il raduno Auto Storiche”

23 giugno 2005

Calitri – “Motori, ambiente e cultura in Alta Irpinia”. E’ l’iniziativa promossa dal Sindaco del comune di Calitri, Vito Marchitto, dal rappresentante della “Moto Club Alta Irpinia”, Antonio Vigorito, e dall’esponente della “Moto Guzzi World Club Aquile e Rose”, Giuseppe Galgano. Con il patrocinio dell’Ente Provincia, nella persona dell’assessore ai Trasporti Giuseppe Di Milia, della Comunità Montana “Alta Irpinia”, della Polizia di Stato e dei comuni di Guardia dei Lombardi, Morra De Sanctis, Conza della Campania, Cairano, Lioni, Bisaccia ed Andretta, per il secondo anno consecutivo andrà in scienza dal 24 giugno al 3 luglio prossimo il “Motoraduno Nazionale ed il Raduno Auto Storiche”. L’iniziativa è stata illustrata ieri mattina a Palazzo Caracciolo, dall’assessore Di Milia “…la manifestazione ha l’obiettivo di far conoscere la nostra terra, l’Alta Irpinia, attraverso una nuova forma di turismo, quello del motoraduno. Gli amanti del collezionismo delle due e delle quattro ruote, provenienti dal Meridione e dal centro d’Italia, potranno conoscere il patrimonio ambientale-paesaggistico, le tradizioni e le culture, i prodotti tipici della nostra fertile e ricca terra. Non si tratta, infatti, del classico motoraduno ma sarà un vero e proprio giro turistico con visite guidate ai Parchi Archeologici e al Parco Letterario De sanctis, alle Oasi del WWF”. In giro, dunque, per l’Alta Irpinia per godere “…del grezzo e pittoresco centro di Calitri, paese d’origine e dove tuttora risiede l’assessore Di Milia, che si erge sulla sommità di un monte che domina l’Alta Valle del fiume Ofanto, cosparsa di verde e ricca di storia. Dell’abitato antico di Bisaccia adagiato su uno sperone del Monte Calvario, di ‘Andretta la cavillosa’ una terra che conserva al proprio interno un patrimonio considerevole di arte, storia e tradizioni, di Guardia dei Lombardi divenuta nei secoli da vedetta militare (a mettere la prima pietra furono i Longobardi) a balcone dell’Irpinia… Soddisfatto per l’organizzazione e per l’impegno profuso per far si che la manifestazione riesca al meglio è il Sindaco di Calitri, Vito Marchitto “…siamo riusciti a coinvolgere un’intera comunità, le associazioni culturali locali ma anche la collettività dei Comuni tutti dell’Alta Irpinia. Per l’occasione abbiamo destinato il padiglione fieristico alla mostra della Polizia di Stato e della Moto Guzzi. Spazi che saranno occupati dagli stand per la degustazione dei prodotti tipici della nostra terra, per i concerti… Si tratta di una manifestazione itinerante per i motociclisti e non solo che potranno fruire, vivere ed ammirare la bellezza dei paesi dell’Alta Irpinia, dell’agricoltura, delle tradizioni. Sarà sicuramente un momento di aggregazione, coinvolgente per la coreografia che la festa del nostro popolo offrirà”. Il “Motoraduno nazionale e il raduno Auto Storiche” non sarà solo divertimento ma anche solidarietà. I proventi infatti saranno destinati a due associazioni religiose: la “Fundactia Victorine Le Dieu Romania” e “Jesus Fraternity India”. (Emiliana Bolino)