Caldoro, Alemanno e Cattaneo in città: il centrodestra cala i big in vista del voto

Caldoro, Alemanno e Cattaneo in città: il centrodestra cala i big in vista del voto

30 maggio 2018

Renato SpinielloAlessandro Cattaneo, l’ex Governatore Stefano Caldoro e l’ex Sindaco di Roma Gianni Alemanno. Il centrodestra cala i big in città in vista del voto a cui è chiamato il capoluogo il prossimo 10 giugno.

Il primo a passare per la Città dei Quadranti sarà l’onorevole Cattaneo, componente dell’ufficio di presidenza nazionale di Forza Italia e storico amico della realtà militante avellinese, che terrà domani mattina una conferenza stampa in cui presenterà, insieme al candidato sindaco Sabino Morano, il progetto “Un nuovo Corso”, che verterà sull’urbanistica.

A seguire sarà la volta dell’ex Presidente della Regione Campania e attuale capo dell’opposizione di Palazzo Santa Lucia: appuntamento a venerdì alle ore 17 presso il Circolo della Stampa. “Un incontro teso a marcare con grande evidenza la oggettiva alternativa rappresentata dal centrodestra al malgoverno del centrosinistra, i cui effetti devastanti anche al Comune di Avellino sono sotto gli occhi di tutti – osserva Giovanni D’Ercole, candidato alla carica di consigliere comunale – Appare paradossale come proprio coloro che sono stati i protagonisti del disastro amministrativo in città, oggi si rivolgano agli elettori, con una sfacciataggine senza precedenti, parlando di discontinuità”.

La presenza in città di Stefano Caldoro, a sostegno della candidatura di Sabino Morano, assume un valore simbolico oltre che politico. “E’ la dimostrazione di come si governino processi complessi e difficili – continua ancora D’Ercole – La sua è stata un’esperienza di governo basata sul grande senso delle istituzioni e sulle capacità, altro termine abusato e spesso invocato in maniera vuota. La competenza amministrativa è dote che si può vantare solo se si è avuta una reale esperienza nelle istituzioni. Un principio che rivendico con forza e che conto di riportare a partire dall’11 giugno nell’aula di Piazza del Popolo”.

Infine il 4 giugno toccherà all’ex ministro berlusconiano, che alle 11:30 sarà presso il bar Madai del capoluogo. Insieme a lui interverranno i dirigenti locali del Mns, della Lega e dell’associazione Avellino Appartiene a Noi, i candidati della lista della Lega alle prossime elezioni comunali, l’onorevole Marcello Taglialatela, il senatore Claudio Barbaro e il candidato alla carica di sindaco Sabino Morano.

“Siamo a un passo dalla liberazione della città – dice Ettore de Conciliis, segretario regionale del Mns – che finalmente avrà l’occasione di voltare pagina rispetto a quei poteri che ne hanno da troppo tempo compromesso la modernità e che, negli ultimi cinque anni, l’hanno condannata ad una mortificante marginalità priva di occasioni di sviluppo e di progresso. Una nuova epoca è già iniziata, per l’Italia e per Avellino, in cui gli elettori hanno palesemente bocciato le politiche fallimentari di un centrosinistra che persegue interessi anti-italiani.

La migliore risposta possibile, anche in ragione degli ultimi accadimenti relativi alle scelte del Presidente Mattarella di scegliere, in spregio alla maggioranza parlamentare, un governo gradito più ai mercati finanziari che al corpo elettorale, è naturalmente quella di confermare, anche con il voto amministrativo, l’insofferenza diffusa e maggioritaria della pubblica opinione nei confronti del vecchio potere Pd e quindi rafforzare il progetto della Lega e quello di Polo Sovranista che incarna Matteo Salvini insieme alla Destra Italiana.”