Calcio Trapani, Madonia e Terlizzi in conferenza stampa

11 dicembre 2013

Il gol a San Siro, la prossima sfida contro l’Avellino, il suo contributo alla squadra. L’attaccante granata Giuseppe Madonia ha parlato a tutto campo oggi in conferenza stampa. E sul gol segnato nella gara di Tim Cup contro l’Inter ha detto: “E’ stata una cosa bellissima, un’emozione fortissima. Mi ha dato tanta fiducia, a maggior ragione per il fatto che finora non ho giocato tantissimo, ma il campionato è lungo e ci sarà spazio per tutti. L’importante è farsi trovare pronti quando l’allenatore ti chiama in causa”. Madonia afferma che “il Trapani mi ha dato tanto ed io ho dato tanto a questa maglia. Spero di rimanere, ma bisognerà valutare tante cose”. Sulla prossima avversaria dice: “L’Avellino è una squadra buona, quadrata, con giocatori di categoria, che sta facendo benissimo. Sarà una gara difficile, ma ci stiamo preparando, come sempre, nel migliore dei modi”.
Per l’attaccante il Trapani sta crescendo, giornata dopo giornata: “Veniamo da quattro risultati utili consecutivi, la squadra sta crescendo. Molti di noi sono alla prima esperienza in serie B e un po’ di differenza rispetto alla Prima Divisione ci può stare. Noi però abbiamo sempre giocato bene e a volte siamo stati condannati da alcuni episodi. Stiamo facendo bene, però sono convinto che possiamo fare ancora meglio. Abbiamo affrontato un periodo difficile, in cui i risultati non venivano, ma abbiamo sempre dimostrato di saper giocare bene. Possiamo sicuramente migliorare ancora la nostra posizione in classifica”.
In conferenza stampa oggi anche il difensore Christian Terlizzi. La partita di sabato Terlizzi la vede così: “Sarà una gara impegnativa contro una squadra che ha un centrocampo molto forte. L’Avellino è una squadra che combatte, che non fa giocare bene gli avversari. Davanti cercano di ripartire con due attaccanti che sono molto bravi e veloci. In mezzo al campo creano densità e cercano sempre di spezzare il gioco avversario”. Sulla partita contro l’Inter Terlizzi afferma: “Era una partita importante con un pubblico bellissimo, i nostri tifosi sono stati straordinari. Chiunque di noi è andato in campo ci teneva a fare bene, però siamo stati un po’ sfortunati nei primi minuti. Dopo il primo tempo abbiamo cercato di non rischiare più di tanto e siamo stati bravi a non aver paura, ce la siamo giocata a viso aperto. Loro forse sono stati un po’ presuntuosi, ma a noi va riconosciuto il merito di aver rimesso in piedi una gara già persa e di non aver mollato mai”. Sul suo ruolo all’interno del gruppo dice: “Metto a disposizione la mia esperienza ed ho molto apprezzato il gesto di alcuni compagni che a San Siro mi hanno ringraziato perché li ho incitati dall’inizio alla fine. Dare consigli ad un compagno che me li chiede è sicuramente una cosa che gratifica tanto”.
Per il difensore granata è ancora presto per fare una valutazione su dove può arrivare il Trapani in questo campionato: “Le prime somme le tireremo a gennaio. Sono convinto che da lì in poi potremo fare ancora meglio. Il campionato di serie B non è difficile come intensità e noi, con le nostre qualità, potremo dire sicuramente la nostra. Il Trapani si sta ritagliando un grande spazio, la Società sta avendo una buona visibilità. Prima di venire qua, tutti mi parlavano bene del Trapani. Qui c’è una società sana, con un gran presidente, con delle persone genuine e con una piazza che ti lascia lavorare tranquillamente. A livello calcistico abbiamo dimostrato che siamo una squadra competitiva che può fare molto bene”.