Calcio serie D – Bencardino: un baby alla conquista di Solofra

8 marzo 2006

Una delle poche note positive del deludente campionato del Solofra è Luigi Bencardino, classe ’88, di Capaccio e proveniente dal settore giovanile. Il giovane centrocampista si è imposto all’ attenzione del pubblico solofrano per la sua forza di volontà. Giocando sta acquisendo anche quell’ esperienza importante per il bagaglio di un calciatore. Bencardino è stato convocato nel gennaio scorso dal tecnico Walter Giobbio per uno stage in vista del Torneo Nazionale Giovanile. Il giovane calciatore torna sulla sconfitta del Renzulli con l’Ariano: “Pesantissima – osserva il centrocampista gialloblu – ma non ci diamo per vinti perché crediamo ancora ad una salvezza visto che la matematica non ci dà ancora per spacciati. E poi abbiamo ancora da giocare scontri diretti col Savoia, S. Paolo Bari ed altri dove il mio obiettivo, e della squadra, risulta quello di uscirne vincitori”. Domenica eri un osservato speciale al “Renzulli”. “Me lo hanno riferito a fine gara e ringrazio gli osservatori che si sono soffermati su di me”. La modestia è un altro suo biglietto da visita. Adesso che Sansò è fuori grava su di te tutto il centrocampo: “Ciò non mi terrorizza affatto – precisa Bencardino – al contrario mi carica sapere di essere una pedina importante per il nostro centrocampo”. Il sogno nel cassetto? “Credo quello di tutti i giovani calciatori, cioè approdare al professionismo. La piazza solofrana è tranquilla e permette di lavorare in modo da esternare tecnicamente il meglio che si ha dentro. Sarei contento di restare al Solofra anche se punto in alto. Ma di questo non ne parliamo adesso. Pensiamo piuttosto alla gara col Savoia. Ce la giocheremo a viso aperto perché dobbiamo fare punti per la classifica, per il morale e soprattutto per i tifosi, che nonostante tutto continuano ad incitarci”.(di Dante Grimaldi)