Calcio – Serie A, l’andamento in campionato della Juventus

8 febbraio 2013

Gli obiettivi di fine anno sono ancora lontani; Maggio sembra oggi essere molto distante, ed è ancora tanta la strada da fare sia in campionato sia in Champions League: compra tutti i biglietti della Juventus per non perdere nemmeno una partita della tua squadra del cuore. Tuttavia la Juventus già oggi ha motivo di guardare con positività al futuro sulla base del cammino sin qui fatto, per i seguenti motivi: Campioni di Italia in carica, qualcuno dagli uomini di Conte si aspettava un calo di quella fame che li aveva visti protagonisti nella scorsa stagione, ed invece i bianconeri se possibile sono riusciti a fare anche meglio nonostante i fattori ambientali almeno nella prima fase del campionato non fossero stati dei migliori a causa della lunga squalifica imposta al Mister.

Altri spunti positivi arrivano dall’andamento del gruppo; se l’anno scorso si poteva tranquillamente parlare di una Juventus Pirlo-dipendente, in quest’ultima stagione si sono invece definitivamente consacrati nuovi leader come Marchisio, affiancati da nuovi protagonisti come Vidal, Pogba ed un ritrovato Matri che sembra aver ripreso quel feeling con il goal che aveva ai tempi del Cagliari.

Uomini a parte anche i numeri sino ad oggi parlano a favore del gruppo di Conte con una media di 1.6 punti a partita, ed un ottimo rapporto (circa 3 ai 1) tra goal fatti e subiti, un rapporto, e questa è un’altra importante chiave di lettura, che non cambia nelle sfide in casa o fuori casa (i tuoi biglietti per tutti gli sport sono su Ticketbis), e che testimonia la costanza di rendimento dei bianconeri.

Anche a livello societario, a parte qualche polemica arbitrale di troppo che poteva essere tranquillamente evitata, le cose vanno per il meglio. L’investimento sullo stadio di proprietà sta dando gli utili sperati ed è anche diventato un asset a cui tutte le altre grandi società di A ambiscono. In più c’è la rosa che acquista valore grazie all’aumento di valore sul mercato di risorse arrivate a basso costo come Lichtsteiner e Pogba, che oggi invece vengono considerate come pedine preziose a livello internazionale.