Calcio – Padova, Serena si congeda: “Saluto ultrà mi ha commosso”

30 maggio 2014

Calcio – Il tecnico del Padova Michele Serena saluta con una vittoria l’Euganeo: “Non mi aspettavo che gli ultras mi chiamassero sotto la curva – confessa – Per me è stato un grosso dispiacere non essere riuscito a mantenere la categoria. Ho chiesto dignità e impegno per quest’ultima partita. Era il modo giusto di congedarsi dal campionato, anche se non avrebbe cambiato il verdetto della nostra stagione. Il punto perso in casa con il Cesena mi brucia perché è stato un errore di mancata posizione che ci ha fatto subire il rigore e poi i punti di Castellammare. In totale sarebbero proprio tre. Per me è stato un piacere allenare Cuffa – continua – avevo cercato altre volte di rubarlo al Padova ma non c’ero riuscito. I giocatori del futuro? Dovete chiederlo al club. Quando mi hanno chiamato a febbraio non ci ho pensato un secondo, se mi chiedono qualcosa ora vedremo, forse sarebbe lo stesso. Penocchio ieri? Dispiaciuto come lo sono io e tante altre persone, ci parlerò visto che è stato il mio interlocutore fin dall’inizio. Col ds c’è stato un rapporto di lavoro. È facile fare lo scaricabarile – conclude ma se siamo arrivati qui tutti hanno fatto degli errori e tutti dobbiamo assumerci le nostre responsabilità”.