Calcio Michele Mignani: “L’Avellino… ne riparleremo dopo Natale”

22 dicembre 2005

Rinforzare o meglio rifondare. L’Avellino vuole conservare la B e per farlo i ‘tre moschettieri’ Pugliese- Fedele-Colomba, hanno deciso di attuare un vero e proprio restyling. Un’operazione di ‘maquillage’ che partirà dalla difesa: i 35 goal subiti dai lupi hanno fatto riflettere la dirigenza, che nel giro di 48 ore, vorrebbe portare in maglia biancoverde due centrali che possano permettere alla truppa irpina di fare il cosiddetto salto di qualità. Manca anche un centrocampista che prenda per mano la squadra, compito che la dirigenza in estate aveva affidato a Riccardo Allegretti. Sfumato Polenghi, che Baldini avrebbe ritirato dal mercato, il primo obiettivo è divenuto Michele Mignani 33enne centrale attualmente al Siena. Il calciatore non trova più spazio in Toscana e quindi, sembrerebbe propenso a trasferirsi altrove. Non sarà facile convincere l’ormai ex capitano della ‘Robur’ a trasferirsi in biancoverde. Almeno per il momento le pretese dell’esperto calciatore ligure sembrano essere piuttosto elevate. I biancoverdi per ottenere il si dell’atleta dovranno battere anche la concorrenza del Catanzaro. Il diesse delle aquile Pavarese vorrebbe infatti portare il calciatore in giallorosso che ha trascorso nove anni alla formazione di De Luca intervallati da una breve parentesi nella stagione 97/98 con la maglia del Castel di Sangro. Nel suo curriculum anche Pistoiese, Lucchese, Spal e Sampdoria: “C’è stato qualche contatto nei giorni scorsi, ma per il momento niente di concreto. E’ stata una semplice chiacchierata tra amici. Adesso penso di passare un Natale tranquillo. Poi qualsiasi offerta dovesse arrivare dopo il venticinque la valuteremo”. Quindi, se l’Avellino dovesse confermare il proprio interesse nessun problema a valutare l’offerta del club irpino: “Se questo interesse dovesse concretizzarsi, è chiaro che ci penserei. Avellino è una piazza importante, con un pubblico caldo e passionale, che ho avuto modo di conoscere quando sono venuto in passato a giocare al Partenio. E’ una vetrina che pian piano sta cercando di risollevarsi, è una delle prime squadre che ho iniziato a seguire da bambino, ricordo che negli anni ottanta quando, c’erano Juary, Barbadillo, Diaz ha ottenuto risultati importanti”. Sull’interesse del Catanzaro glissa: “Oltre all’Avellino ci sono altre squadre… valuteremo”. Non solo i lupi e le aquile inseguono il calciatore, ma anche Atalanta, Bologna e Torino. A confermarlo il suo procuratore Giorgio Parretti. L’altro obiettivo è Marco Pecorari, il 28enne centrale di Udine. Dopo due ottime stagioni con la maglia della Triestina dove ha siglato anche 8 reti. Poi è passato a Lecce, ma in Salento non ha trovato fortuna e quindi, non avrebbe alcun problema a tornare nuovamente tra i cadetti. Sul piede di partenza il 32enne Leo Criaco, il calciatore calabrese accostato nei giorni scorsi al Catanzaro, sembra essere molto vicino al Foggia e già nelle prossime ore potrebbe trovare l’accordo con Pavone. A breve dirà addio alla formazione irpina anche Simone Puleo. Il centrale milanese è conteso da Rimini e Pescara. In bilico la posizione di Raffaele Ametrano, l’Indiano ha manifestato la volontà di restare ad Avellino, ma se proprio dovesse essere costretto ad abbandonare la casacca dei lupi, accetterebbe esclusivamente il Genoa. Capitolo centrocampo, con Riccardo Allegretti vicino alla Triestina e Julio Cesar Leon che tornerà alla Reggina, Colomba sul campo ha bisogno di due elementi di qualità: sul taccuino di Fedele ci sono i nomi di Rijat Shala e Antonio Bernardini. Il centrocampista svizzero è in rotta con la Salernitana, che vorrebbe inserirlo in uno scambio alla pari con Daniele Cinelli. Elemento dalle grandi doti tecniche, nato in Kossovo, è alla sua seconda stagione a Salerno. Quest’anno con la società di Lombardi ha inanellato 11 gettoni prima di essere messo in disparte. Bernardini invece trova poco spazio nelle fila dei bergamaschi e vorrebbe andare via per giocare con maggiore continuità, secondo fonti vicine alla squadra, Fedele gli avrebbe offerto un biennale. Salgono nuovamente le quotazioni di Sadou Adeshina 22enne attaccante nigeriano che ha da poco rescisso con la Ternana. Viste le difficoltà per Stefano Dall’Acqua e Marco Ferrante, il sodalizio di Via Cannaviello ha concentrato le proprie attenzioni su Davide Sinigaglia. Il 24enne ariete, attualmente si trova in prestito al Genoa, dove in questa stagione ha collezionato 11 gettoni e messo a segno 3 reti. I toscani sarebbero pronti a girarlo con la stessa formula alla formazione irpina. Nella passata stagione da gennaio a giugno ha vestito la maglia dell’Atalanta, nel massimo campionato con gli orobici ha disputato 12 incontri e messo a segno una rete. Buone le stagioni 2002/2003 e 2003/2004 dove con le casacche di Monza e Lumezzane ha siglato 28 reti in 63 gare giocate. L’agente della forte punta, Pietro Liberti, ha confermato l’interesse per l’atleta. Speriamo che alle parole seguano i fatti.(di Sabino Giannattasio)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.