Calcio – L’Avellino valuta D’Attilio: l’asse con l’Agropoli è caldo

28 luglio 2014

E’ giunto in punta di piedi nel ritiro di Rivisondoli nel tentativo di strappare il sì di Massimo Rastelli. Il baby Guido D’Attilio sta sgomitando con gli altri 22 dell’Avellino per seguire le orme di Petricciuolo e Pozzebon, che un contratto con l’Avellino lo hanno già firmato. Anche il centrocampista battipagliese classe ’94, infatti, arriva dalla Serie D, precisamente dall’Agropoli, in cui ha militato nelle ultime tre stagione dopo la trafila nel settore giovanile della Paganese. Un primo anno da protagonista con i delfini culminato con la vittoria del torneo di Eccellenza, poi la crescita esponenziale nella massima serie dilettantistica. Il presidente dei cilentani Domenico Cerruti lo ha suggerito a Walter Taccone, pronto ad ingaggiarlo in caso di parere positivo del suo tecnico. Ieri sera a Lanciano è stato in campo nell’ultimo quarto d’ora, segno che Rastelli vuole vederci chiaro su di lui. Discreta personalità come interno destro al posto di Arini e anche un penalty trasformato nell’appendice del “Biondi”. Qualora l’Avellino dovesse tesserarlo, per lui non è detto che si spalanchino le porte di un prestito in Lega Pro, mentre per il club biancoverde e quello agropolese si profilerebbbe un’operazione in grado di rinsaldare l’asse Irpinia-Cilento anche nei rapporti di mercato.