Calcio – L’Avellino supera il Palazzolo con un guizzo di Romano:1-0

14 marzo 2010

Avellino 4-4-2: Apuzzo, Serao(91’ Caso), Patti, Puleo Moreno Esposito, Rega, Viscido, D’Angelo, D’Isanto, Romano(81’ Tarquini), Majella
A disp: Giordani, Licciardi, Fanelli, C.Esposito, E. Esposito
All: Marra
Palazzolo 4-4-2: La Malfa, Teriaca, Armenio(79’ Trovato), Alderuccio, Tarascio, Fusca, Marletta, Gatto( 65’Sicona), Spampinato(65’ Catania), La Vaccara, Arena
A disp: Grimaudo, Giompaolo, Trovato, Catania, Velasco
All: Alacqua
Arbitro: De Rubeis di l’Aquila/Assistenti: Spagnuolo di Chieti e Stella Teramo Reti: 11’ Romano(Av) Ammoniti:Puleo e D’Angelo(Av) Fusca, Alderuccio e Teriaca(Pa) Angoli: 8-4 Recupero: 2’ pt e 4’ st

Avellino – Prova attenta quella degli irpini contro il Palazzolo. I lupi, che trovano il goal nei minuti iniziali con il solito Romano al 17esimo centro stagionale e quarto in due gare ai gialloverdi. Gli ospiti non riescono mai a rendersi pericolosi dalle parti di Apuzzo. Una vittoria che permette all’Avellino di continuare la rincorsa di un posto negli spareggi.
I lupi si rifanno della disfatta subìta in settimana e trovano la quarta vittoria interna del campionato, regalando una gioia a quei tifosi che non hanno mai smesso di seguire la squadra.

ASSENZE – A pochi giorni dalla disfatta con l’Hinterreggio, la società biancoverde torna in campo contro il Palazzolo per un altro match interno. Mister Marra, che si ritrova a dover rinunciare in difesa a Meola per squalifica e De Angelis per infortunio, recupera Patti. Il calciatore ex Perugia è stato in forte dubbio fino alla fine dell’incontro. Assenza pesante anche in avanti con Biancone, il centravanti romano fermato per tre turni dal giudice sportivo, sarà sostituito da Majella. Ancora fuori Moscarino e Lonardo che dovrebbero essere arruolabili per la prossima sfida con la Rossanese.

SCELTE – Marra non cambia modulo, come sempre 4-4-2 ‘mascherato’ per il tecnico di Pianura. Apuzzo, in porta difesa a quattro con Serao e Moreno Esposito sugli esterni ed il duo Puleo-Patti in mezzo. A centrocampo da destra verso sinistra Rega-Viscido-D’Angelo e D’Isanto. In avanti il duo Romano-Majella.

PRIMO TEMPO – Marletta calcia dai venti metri, palla centrale bloccata senza problemi da Apuzzo. 10’ Viscido calcia a rete, la difesa respinge sulla sfera Moreno Esposito che con un tiro dai 30 metri di esterno colpisce il palo alla destra del portiere. Majella recupera palla ma l’arbitro fischia il fuorigioco. 11esimo l’Avellino passa in vantaggio, Rega mette al centro, pasticcio tra la Malfa e Teriacia, con quest’ultimo che non riesce a rinviare, il ‘Cobra’ Romano si avventa sulla palla e sigla il goal del vantaggio. 16’ D’Angelo recupera palla a centrocampo e parte in contropiede, serve Romano sulla corsia di sinistra, il Cobra si libera di un avversario e mette al centro per Majella che non riesce a impattare. 26’ lancio di Viscido per Romano, l’attaccante napoletano stoppa e punta l’avversario. Giunto al limite dell’area calcia a rete, La Malfa blocca. Sulla successiva azione D’Isanto parte come un treno sulla corsia di sinistra entra in area mette al centro per Majella che va al tiro. Il numero uno siciliano in angolo. 28’ Puleo triangola con D’Isanto e si invola verso la porta. Il capitano crossa al centro per la testa di Romano, colpo di testa debole tra le mani dell’estremo gialloverde. 29’ Majella colpisce di testa, Rega si invola in area e viene atterrato da La Malfa e Alderuccio: l’arbitro, tra le proteste della formazione biancoverde, non concede il penalty ma la punizione dal limite. Sulla sfera Romano alto. 34’ D’Isanto lancia per Majella, che controlla e calcia distante dalla porta dal limite dell’area. Pochi minuti dopo si fa vivo il Palazzolo con Spampinato, colpo di testa su angolo che termina fuori. 41’ D’Angelo serve D’Isanto che in area controlla di tacco e calcia a rete, La Marfa c’è. 42’ ci prova Viscido da fuori, conclusione da dimenticare. 44’ Marletta, su punizione manda la palla alta.

SECONDO TEMPO – La truppa di Marra vuole subito chiudere il match e per questo preme sin dalle prime battute sull’acceleratore. Dopo un solo giro di lancette è Rega ad andare al tiro ma il portiere controlla senza alcun problema. L’Avellino continua ad attaccare e ci prova con D’Isanto dalla distanza, gran colpo di reni del portiere. 51’ punizione di D’Angelo, Majella stoppa e calcia in rovesciata, La Malfa c’è di nuovo. 56’ lancio di D’Angelo per D’Isanto, stop e conclusione al rete che finisce di poco al lato. 70’ Rega parte come un treno a destra, arriva in area e mette in mezzo il portiere esce su Romano, la sfera giunge a D’Isanto che tira, palla messa in angolo. Sul susseguente goal gli irpini raggiungono il due a zero ma il direttore di gara annulla. Puleo va alla conclusione, l’estremo ospite respinge, Majella deposita nel sacco. De Rubeis, tra le proteste, annulla la segnatura. 84’ D’Isanto prova a chiudere la partita, tiro che finisce oltre la traversa.

Successo importantissimo per i lupi, che al termine del match vanno a prendersi il meritato applauso della Curva. E domenica c’è un importante scontro diretto con la Rossanese, gara da vincere assolutamente per continuare a rincorrere un posto tra le big per la post-season. (di Sabino Giannattasio)