Calcio – L’Avellino si interroga: Zito, perché sei nervoso?

21 agosto 2014

Calcio – Era successo già a Sturno una settimana fa con conseguenze trascurabili per sé e per la squadra (duro intervento su un baby del Napoli sanzionato col giallo e tale da suscitare l’ira, a dire il vero spropositata, del tecnico partenopeo Giampaolo Saurini). Ieri Antonio Zito ci è ricascato: altra amichevole – ad Agropoli – altro scatto di nervosismo nei confronti del diretto avversario sulla corsia di competenza, Ficarrotta. Una reazione scomposta da parte del centrocampista arrivato dopo una lunga telenovela dalla Ternana, che questa volta Rastelli non gli ha perdonato. Il tecnico di Torre del Greco è andato su tutte le furie con il suo calciatore, ‘sanzionandolo’ di propria iniziativa con il cartellino rosso. Zito non ha battuto ciglio, consapevole di aver esagerato. Non si spiega, però, il motivo di una simile condotta che fa da contraltare ad un rendimento notevole dal punto di vista tecnico. L’ex Juve Stabia, infatti, ha dimostrato finora di essere tra i più in forma, anche ieri al “Guariglia”, dove prima dell’uscita dal campo, aveva dato un altro saggio di bravura in assolo. Sarà perché vuole sfondare in una piazza che lo attendeva da tempo e che lui ha voluto con insistenza. E’ l’unica spiegazione allo strano caso di Zito. A patto che rimanga un brutto scherzo del calcio d’agosto.

Sabato, a partire dalle ore 20, Irpinianews seguirà la partita di Tim Cup tra Bari e Avellino con la diretta testuale dell’evento direttamente dallo stadio “San Nicola di Bari”. >