Calcio – Avellino tre punti d’oro. Il Bari nel mirino

4 marzo 2006

Un Avellino incerottato riscatta l’immeritata sconfitta di Cremona. I biancoverdi battono 2 a 1 l’Albinoleffe nella sfida più importante dell’anno. Un successo che vale doppio perché ottenuto contro una diretta concorrente, contro un’altra squadra alla disperata ricerca di punti. Una vittoria fondamentale per la truppa di Colomba che con il successo sui serani si mette a meno due dal Bari. Continua così la striscia positiva tra le mura amiche. Il tecnico di Grosseto senza Monticciolo ed Albino infortunati e Danilevicius squalificato, manda nella mischia dal primo minuto Minopoli, Riccio e Rastelli. Lupi che cercano il successo sin dai minuti iniziali: Al 1’ angolo di Vicari la retroguardia dell’Albinoleffe mette fuori, la sfera viene recuperata da Riccio che calcia dalla distanza. Il tiro del napoletano si spegne lontano dalla porta difesa da Ginestra. Al 3’ punizione in area per i lupi per fallo di Gori su Millesi. Sussi tocca per Riccio, la conclusione del partenopeo viene deviata dalla barriera la sfera si impenna, Masiello ci prova di testa fuori. Sei giri di lancette ed arriva la risposta della formazione bergamasca. Regonesi prova a sorprendere Cecere con una punizione a giro, ma la sfera si spegne al lato. Al 15’ è Testini ad andare al tiro su calcio piazzato, sfera che si spegne di poco sopra all’incrocio dei pali. Al 22’ Punizione per l’Avellino dai 20 metri, Minopoli tocca per Biancolino, la botta del Pitone è centrale e si spegne tra le mani di Ginestra. Al 24’ errore della retroguardia irpina, Testini si invola in area e Masiello lo atterra. Il signor Giannoccaro concede il rigore. Sulla sfera Berlingheri che spiazza Cecere. 1 a 0. L’Avellino non ci sta e continua ad attaccare a tambur battente ed a sei dal termine dei primi quarantacinque raggiunge il meritato pari: lancio di Sussi per D’Andrea, cross del romano al centro dell’area, Ginestra si fa sfilare il pallone dalle mani sulla sfera si avventa Biancolino che mette al centro per Vicari, l’esterno ex Reggina tutto solo mette senza problemi in rete. In pieno recupero i biancoverdi hanno la possibilità di passare in vantaggio: cross di Minopoli, Biancolino impatta di testa pallone che si spegne di poco oltre il montante della porta bergamasca. Nella ripresa Colomba non cambia e manda in campo lo stesso undici. Non passa nemmeno un minuto ed arriva la rete del vantaggio. Millesi calcia a rete. La difesa lombarda ribatte. Sulla sfera arriva Rastelli che calcia dal cilindro il tiro della giornata e manda la palla sotto la traversa della porta difesa da Ginestra. Al 13’ i padroni di casa rischiano di farsi acciuffare. Errore di D’Andrea e Masiello. Joelson ne approfitta e crossa al centro. Gori di testa manda la palla fuori. Un minuto dopo altro pasticcio della difesa ed il numero 21 dell’Albinoleffe calcia al volo. Conclusione di poco al lato. Al 28’ punizione dal vertice sinistro dell’area biancoverde, Minelli di testa. Para senza problemi Cecere. L’ultimo sussulto è di Testini al 43’ che colpisce l’esterno della rete. I lupi escono tra gli applausi. Sabato si va a Rimini con la speranza che si inizi a fare punti anche in terra straniera. (di Sabino Giannattasio)