Calcio Avellino – Riccio: “Ci rialzeremo”

7 settembre 2005

E’ pronto per il rientro. Vincenzo Riccio, si prepara a dare nuovamente il suo contributo. ‘Sette polmoni’ uscito malconcio dalla sfida del Bentegodi, torna in sostegno dei suoi compagni. Il forte mediano di Brusciano, ha grande stima del Brescia, ma non teme la forza della formazione lombarda: “Sto molto meglio. Non so se però scenderò in campo dal primo minuto. Come sempre sarà il mister a decidere. Io sono pronto, ma ogni decisione spetta a lui”.
Un giudizio sul prossimo avversario?
“E’ una sfida molto dura. Affronteremo una squadra ben attrezzata, reduce dalla sconfitta di Catania e che, come noi, avrà voglia di riscatto. E’ una partita importante. Dobbiamo assolutamente vincere. Con questa gara inizia un ciclo durissimo. Sei partite difficilissime di cui quattro in trasferta. Venerdì bisogna assolutamente fare risultato pieno. Abbiamo steccato la prima con la Triestina soltanto per sfortuna, abbiamo una voglia matta di rifarci. Quella di Maran è una signora squadra, ma noi dobbiamo assolutamente ottenere i tre punti”.
Mancheranno diverse pedine importanti. Per voi potrebbe essere un handicap?
“Non vorrei che l’assenza di qualche assenza di troppo, possa divenire un alibi per l’intera squadra. Credo che i giovani a disposizione del mister siano all’altezza. C’è gente che è venuta ad Avellino con tanta voglia di fare bene e all’altezza della situazione. Credo, che tutti gli elementi a disposizione del mister possano sostituire al meglio gli assenti. Dobbiamo ancora migliorare, ma soltanto con le vittorie possiamo farlo”.
Rastelli nei giorni scorsi ha affermato che paradossalmente è più facile vincere con le cosiddette grandi, che con squadre dello stesso livello. Sei d’accordo?
“Lo penso anche io. Anche se credo che il divario tecnico nel campionato cadetto è minimo. Mi riesce difficile pensare che ci siano squadre più forti delle altre. Noi dobbiamo soltanto scendere in campo per vincere e cercare di fare più punti possibili”.
Nelle quattro gare ufficiali disputate fino a questo momento avete giocato bene, senza però riuscire a buttarla dentro come te lo spieghi?
“E’ vero che l’Avellino nelle partite ufficiali non ha segnato. Io però rivedrei quello che la squadra ha creato nelle quattro gare disputate tra campionato e coppa. L’importante è che la squadra giochi, prima o poi i goal arriveranno”. (di Sabino Giannattasio)