Calcio Avellino, Rastelli: “Stiamo facendo cose straordinarie”

8 novembre 2013

Da “Il Biancoverde” n. 11 dell’1/11/2013

E’ stato espulso senza motivo al 2′ della ripresa dal direttore di gara. Voleva placare gli animi accesi sul rettangolo di gioco ed invece ne ha pagato le spese in prima persona. L’allenatore dell’Avellino Massimo Rastelli, nel dopogara, elogia gli avversari dopo il suo primo successo esterno: “Il Cittadella ha sempre dimostrato di essere una squadra tosta, molto compatta e caparbia. Noi stasera, finalmente, abbiamo sfatato il tabù trasferta, giocando una buona partita. Alla luce delle occasioni del match, il pareggio ci poteva stare, ma il calcio è anche questo. Se pensiamo ora di poter fare qualcosa di diverso rispetto alla salvezza, commetteremmo un grave errore. Non dobbiamo assolutamente perdere di vista l’obiettivo ma pensare di partita in partita perché abbiamo 12 punti dalla zona retrocessione. Anche stasera, nel finale abbiamo rischiato: bravi loro a riaprire il match, e poi è andata bene a noi. Avellino – continua Rastelli – è una piazza che dà moltissimi stimoli e merita grandi risultati. Stiamo facendo cose straordinarie, che talvolta portano inevitabilmente a sognare ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra. Raggiungiamo quanto prima i 50 punti, poi vedremo dove saremo”.