Calcio Avellino al Partenio-Lombardi: si avvicina la fumata bianca

Calcio Avellino al Partenio-Lombardi: si avvicina la fumata bianca

27 agosto 2018

Il Calcio Avellino al Partenio-Lombardi. Uno scenario già delineato per sommi capi ma che necessita dell’espletamento di alcuni passaggi burocratici per concretizzarsi. Sta di fatto che dopo l’incontro in Piazza del Popolo di questa mattina l’approdo della SSD di Gianandrea De Cesare alla storica arena del calcio biancoverde è diventata una pura formalità.

Di buon mattino l’ingegnere Luigi Cicalese e l’assessore allo sport Buglione hanno ricevuto a Palazzo di Città le rappresentanze Sidigas e Unione Sportiva dopo aver valutato nei giorni scorsi i termini dell’accordo attraverso altri due summit ed un sopralluogo presso l’impianto di contrada Zoccolari. Le parti si aggiorneranno nuovamente mercoledì per l’intesa definitiva, ma intanto trapela già un accordo di massima che consentirà al Calcio Avellino di traslocare da Sturno al capoluogo con permanenza garantita per tutta la prossima stagione sportiva.

La soluzione ricalcherà le modalità adottate un anno fa con il Frosinone che pagò il fitto del Partenio-Lombardi direttamente al Comune di Avellino. Il club ciociaro trovò un accordo pagando 4.500 euro a partita all’ente comunale per far fronte alle spese di fitto e utenze. Il Calcio Avellino dovrebbe sborsare circa 10mila euro per il canone di locazione mensile da versare nelle casse del comune per l’uso esclusivo fino al 30 settembre, vale a dire in attesa che la giustizia amministrativa si pronunci sul ricorso di Walter Taccone.

Al Partenio-Lombardi intanto è iniziata la due settimane di ricezione delle istanze di rimborso degli abbonamenti sottoscritti tra giugno e luglio. 2.300 circa gli abbonati delusi che presenteranno alla biglietteria il modulo appositamente predisposto dal club di Walter Taccone. Ci sarà tempo fino al 7 settembre al lunedì al venerdì (10-12,30, 15.30-18.30).