Calcio Avellino al Partenio, raggiunta l’intesa: manca solo la firma

Calcio Avellino al Partenio, raggiunta l’intesa: manca solo la firma

30 agosto 2018

di Claudio De Vito – Una ventina di minuti per raggiungere l’intesa: il Calcio Avellino giocherà al Partenio-Lombardi. Non che ci fossero dubbi ma senza l’espletamento delle doverose procedure burocratiche mai dire mai.

Alla tavola rotonda con fumata bianca finale presso l’ufficio dell’assessore allo Sport Donatella Buglione erano presenti il dirigente del settore Patrimonio Luigi Cicalese, l’architetto Vincenzo Genovese per la sponda Walter Taccone e gli uomini Sidigas Goffredo Solimeno, Luigi Carbone e Claudio Mauriello, quest’ultimo prossimo alla carica di direttore generale nel club di Gianandrea De Cesare.

“Finalmente siamo riusciti a trovare un accordo – ha affermato a margine del colloquio l’assessore Donatella Buglione – c’è stata una richiesta da parte della SSD che Taccone ha accettato fino al 30 settembre in attesa della vicenda davanti al Tar”. E non costituisce un ostacolo il debito di 60mila euro contratto dal patron della vecchia società con l’Alto Calore che ha interrotto la fornitura idrica allo stadio. In mattinata infatti Taccone avrebbe gettato le basi per saldare gli arretrati.

“Domani dovrebbe essere sottoscritto il contratto per il canone di settembre (poco meno di 10mila euro da pagare direttamente all’Ente comunale sul modello Frosinone, ndr) – ha aggiunto – dopo sarà tutto ratificato in giunta per la delibera. Per trasferirsi al Partenio-Lombardi la SSD Avelino dovrà attendere la prossima settimana”. Si rimarrà pertanto a Sturno ancora per qualche giorno, ma intanto l’accordo c’è: il nuovo Avellino potrà giocare a casa sin dal match di coppa con il Nola previsto ufficiosamente il 9 settembre.