Calcio Avellino-Moretti fiducioso di ritornare in campo con il Napoli

12 giugno 2005

E’ stato uno degli uomini più pericolosi dell’Avellino. Ormai la sua fama di non perdonare sui calci piazzati lo precede. Vincenzo Moretti in dubbio fino alla fine è riuscito ad essere della partita nonostante l’infortunio che lo ha fermato venerdì scorso. “La botta alla caviglia mi aveva quasi obbligato a saltare la partita di oggi (ieri, ndr). Una gara che non potevo mai mancare per niente al mondo. Adesso ho una fasciatura con un impacco poi domani (oggi, ndr) mi sottoporrò ad un esame più specifico”. Entrato in campo nella ripresa è stato costretto ad abbandonare la gara perchè vittima di un fallo di Abate. “E’ quasi automatico. Quando hai una zona del corpo dolorante quello è il posto dove ricevi la prima botta”. Ci scherza su Moretti, anche perchè nonostante l’infortunio è fiducioso di poter essere anche della finalissima al Partenio. “Se in un giorno e mezzo lo staff medico è riuscito ad operare il miracolo di farmi essere in campo, credo che in una settimana riguardagnerò una forma perfetta. In ogni caso sono contento per la partita di oggi (ieri, ndr). Fin quando sono rimasto in campo sono riuscito a dare il mio contributo alla squadra anche se non ero in una forma fisica ottimale. Il mio compito era annullare un giocatore come Capparella e non credo che mi abbia impensierito più di tanto, fatto sta che poi è stato sostituito”.
“Contento del risultato? Si credo sia una giusta conclusione. Loro hanno fatto girare maggiormente palla e nella ripresa i primi 20′ sono stati devastanti. Noi poi siamo riusciti a prendere le giuste misure e quindi a contenere i nostri avversari. Per noi è stato un risultato positivo ma, non possiamo permetterci di mollare. Non possiamo dimenticare che domenica ci sarà il secondo round di questo match”.