Calcio Avellino verso il Lanusei tra recuperi e defezioni

Calcio Avellino verso il Lanusei tra recuperi e defezioni

17 ottobre 2018

di Claudio De Vito – Il mirino per la messa a fuoco completa va aggiustato, ma la caccia alla capolista è entrata nel vivo. Dopo il patto per il rilancio stipulato con il patron Gianandrea De Cesare, il Calcio Avellino è tornato al lavoro per una doppia seduta al Partenio-Lombardi che domenica alle 14.30 ospiterà lo scontro al vertice con il Lanusei.

Santiago Morero ha già fatto sapere di non trovare stimolo nell’incendio scoppiato per via delle scintille tra i due allenatori e insieme il gruppo si è tuffato nella missione riscatto finalizzata a cancellare le quattro sberle di Fregene. Proprio il capitano però oggi non si è visto sul sintetico per il riacutizzarsi dei fastidi alla schiena. Palestra nel pomeriggio per il centrale difensivo argentino che sta attuando una gestione pro disponibilità dal 1′ contro i sardi allenati da Aldo Gardini.

Discorso assai simile per Alessandro De Vena che ha trascorso la giornata tra piscina, massaggi e corsa sul campo. L’attaccante partenopeo, che smania dalla voglia di tornare protagonista, sta procedendo con cautela ma domenica dovrebbe affiancare Ferdinando Sforzini in avanti. Out per la sfida con il Lanusei invece Kelvin Matute (proverà a tornare la successiva gara casalinga con il Sassari Latte Dolce del 28 ottobre), Rocco Patrignani (anche lui dovrebbe essere pronto per fine mese) e Gennaro Acampora ancora a letto con la febbre.

Sta bene invece Nicolas Mithra che dovrebbe essere gettato nella mischia dall’inizio. Il francese potrebbe agire sia sulla sua corsia forte, quella mancina, come terzino o esterno di centrocampo, che sul lato opposto adattato al posto di Andrea Nocerino. Al posto di quest’ultimo, in difficoltà contro l’Atletico, mister Graziani starebbe valutando anche la possibilità di adattare Michael Scarf.

Più probabile però il primo scenario nel 4-4-2 per l’eventuale sostituzione di Nocerino con uno tra Eleoeneai Tompte e Tommaso Carbonelli promosso dal 1′ largo sulla linea dei centrocampisti. Il piano under a questo punto verrebbe rifinito con l’inserimento di Francesco Buono in mezzo al campo, dove tra l’altro ad oggi mister Graziani ha gli uomini contati.