Calcio – Avellino, la delusione di Rastelli: “Assenze penalizzanti”

30 maggio 2014

Calcio – E’ un Massimo Rastelli deluso e amareggiato quello che si sofferma ad analizzare il ko con il Padova. “Sono deluso dall’approccio e dal modo in cui abbiamo gestito la gara – spiega il tecnico dei biancoverdi – L’atteggiamento è stato toralmente sbagliato da parte nostra. Certamente abbiamo delle attenuanti come l’assenza di sei calciatori come D’Angelo, Arini, Galabinov, Fabbro, Izzo e Peccarisi che una squadra corta come la nostra non può concedere neanche ad una retrocessa come il Padova”. “Abbiamo letteralmente regalato due gol – prosegue – Successivamente non abbiamo avuto al forza per reagire. E’ stata una mazzata per la squadra che nel secondo tempo ha creato davvero troppo poco per tentare di vincere la partita”. Sulla contestazione dei tifosi giunti dall’Irpinia: “Non ho visto l’episodio perché sono rientrato subito negli spogliatoi. Ho preferito evitare di parlare ai ragazzi in un momento di forte delusione. Rimane però una grande stagione nel complesso. Avremmo potuto regalarci un’altra partita che credo avremmo meritato. Siamo inciampati sul più bello. Futuro? Riprenderemo ad allenarci per smaltire la rabbia e poi andremo in vacanza”.