Calcio Avellino: il pagellone dei lupi. Up super Gigi Castaldo

9 febbraio 2013

Calcio – L’Avellino saluta il periodo ostile. Dopo le due sconfitte consecutive con Paganese e Benevento, i lupi si ribellano e ritrovano quella reazione, vista l’ultima volta, al “Matusa” di Frosinone. Una vittoria importante quella di oggi in terra pugliese. Un ribaltone inaspettato. Una risposta inattesa arrivata a venti minuti dalla fine del match. Pochi ci speravano, forse nessuno. Il Barletta poteva chiudere la vittoria in cassaforte ma i biancoverdi si sono impossessati di chiavi e lucchetto. Di seguito, l’ironico Pagellone dei lupi di Anna Vecchione:
Di Masi 5,5 – Esordio in Campionato per l’ex Barletta schierato dal tecnico Rastelli al posto di Fumagalli. Giuseppe subisce due reti. Incolpevole sulla prima. Sulla seconda poteva fare di più. Uscire a prendere una boccata d’aria rigenera i polmoni. Uscire dai pali, spesso aiuta a rinvigorire l’ira avversaria: RIMANDATO.
Zappacosta 6 – Il motorino biancoverde fa su e giù. Il re della fascia destra corre senza sosta e crea invitanti cross ai compagni. La sua velocità mette spesso in difficoltà gli avversari che lo marcano di continuo: ATALA GREEN.
Izzo 7 – Cresce, matura, germoglia, fiorisce. Armando sigla la reazione dei biancoverdi al 71’. Seppur in dialetto stretto, carica i suoi compagni e li conduce alla vittoria: FUNICULI’ FUNICULA’.
Fabbro 6,5 – Il muro biancoverde è tornato. Tra i non convocati in occasione del derby di domenica scorsa contro il Benevento, Alessandro riconquista la fiducia del mister che decide di schierarlo in campo con il suo fisico imponente: NETTUNO.
Bianco 6 – Preferito al compagno Pezzella sulla fascia sinistra, il terzino biancoverde crea un invitante assist a Izzo che sigla la rete della grande reazione: BRAVO GIANLUIGI.
Massimo 5,5 – Emiliano è in difficoltà sui campi ai limiti della praticabilità come quello del “Puttili” di oggi. Macchinoso, lento e affaticato, il centrocampista ex Aversa Normanna non riesce ad esprimere al meglio le sue grandi doti: IL SOLE SPLENDERA’.
D’Angelo 6 – Il mastino di Ascea viene ammonito dal Direttore di gara per un fallo inesistente. Angelo salterà la gara interna con il Frosinone e potrà dunque, approfittare del turno di stop per riposare le gambe. Troppa benzina spesa nelle ultime gare su campi – palude: PIT STOP.
Angiulli 5,5 – Federico rientra dopo l’esclusione per il derby con il Benevento. Scelta tecnica? Probabile. Fatto sta che il giovane centrocampista ha commesso qualche ‘marachella’ anche in mezzo al campo. Ci pensa super Ciccio a sostituirlo al 66’: BIRICCHINO.
Millesi 6 – Ciccio lotta da vero capitano. La sua esperienza sostituisce la giovinezza di Angiulli. Sempre a disposizione dei compagni, si sacrifica tra le pozzanghere del “Puttilli”: GUERRIERO.
De Angelis 5 – Gianluca è sottotono. Impreciso nei passaggi e poco pungente sotto porta. L’ex Juve Stabia ‘balbetta’ sul rettangolo di gioco e con la testa, oggi, proprio non ci sta: “IN QUARESIMA”.
Bariti 6 – Il principe biondo entra al posto di De Angelis al 61’ e cambia il ritmo della gara. Il giovane talento, a volte impreciso nei cross, si lascia condizionare dalle pessime condizioni del terreno di gioco. Tutto sommato: BRAVO DAVIDE
Castaldo 7,5 – Super Gigi fa la differenza. Comunque e dovunque. Il boomber dell’Avellino sigla la rete del 2 a 2 al 79’ e riapre la contesa. Un attaccante di lusso. Che chiunque vorrebbe, anche in categorie superiori: CE L’ABBIAMO NOI!
Biancolino 5,5 – Giornata no per il ‘pitone’ che sembra iniziare a soffrire i campi pesanti. Rastelli lo sostituisce con Zigoni perché intuisce il disagio dell’attaccante biancoverde: STANCO.
Zigoni 6,5 – Meglio la seconda per Gianmarco che decide il verdetto della gara. Sostituisce diligentemente Biancolino nella ripresa: CONTINUA COSÌ