Calcio Avellino verso l’esordio: Graziani studia le mosse anti-Ladispoli

Calcio Avellino verso l’esordio: Graziani studia le mosse anti-Ladispoli

12 settembre 2018

di Claudio De Vito – L’eventualità di una clamorosa riabilitazione in Serie B dell’Avellino di Walter Taccone è un’ombra sulla SSD targata Sidigas che ieri si è messa il cuore in pace pensando esclusivamente alla Serie D. Domenica c’è il Ladispoli ad attendere Santiago Morero e compagni concentrati sull’esordio nel torneo della Lega Nazionale Dilettanti. L’attesa è tanta tra i tifosi biancoverdi anche loro però turbati dai rumors di avvicinamento al giorno del giudizio dinanzi al Tar Lazio. L’ipotesi del doppio Avellino in città è un vero e proprio incubo.

Il trasferimento al Partenio-Lombardi della formazione di Archimede Graziani però ha distratto un po’ la piazza dai cattivi pensieri. Il pallone è tornato a rotolare sul sintetico ieri mentre oggi il tecnico toscano ha diretto una doppia seduta di allenamento. L’obiettivo è innalzare il più possibile il livello di preparazione generale per l’esterna di Ladispoli e in particolare la condizione di Ferdinando Sforzini che naturalmente non sarà al top per l’appuntamento. “Sto bene” ha detto il neo attaccante della SSD che però, al di là del fisico asciutto, non gioca una gara praticamente da due anni.

Ecco perché all’ “Angelo Sale” domenica pomeriggio il partner di Alessandro De Vena sarà con ogni probabilità Nicola Ciotola per una prima linea leggera e dinamica, senza troppi punti di riferimento per la retroguardia avversaria. “La prima alternativa al 4-4-2 è il 4-4-2” ha sottolineato mister Graziani con un pizzico di integralismo che fa rima con la sua forte personalità. “Il calcio è fatto di situazioni, partiamo da quell’idea ma poi attacchiamo con quattro uomini” ha poi spiegato il trainer biancoverde che a Ladispoli dovrà fare a meno del baby Patrick Moreschini out per guai muscolari. In ripresa invece Tommaso Carbonelli, tra l’altro non ancora tesserato insieme ad Eleoeneai Tompte, Luigi Mentana, Michael Scarf e lo stesso Patrick Moreschini.

In porta ci sarà Ettore Lagomarsini con gli under tutti sulle fasce. Rocco Patrignani (’99) e Fabiano Parisi (’00) saranno gli interpreti delle corsie laterali difensive. Alessio Tribuzzi (’98) e uno tra Eleoeneai Tompe (’99 ) e Alessandro Totaro (’00, che non ha risolto del tutto i guai alla caviglia) a sinistra. Difficilmente Archimede Graziani si affiderà a Michael Scarf (’99) come terzino sinistro avanzando Fabiano Parisi. Al centro della difesa capitan Santiago Morero e Vladimir Mikhaylovskiy favorito su Niccolò Dondoni. In mediana la regia di Matteo Gerbaudo e la fisicità di Kelvin Matute.

L’undici titolare per la prima in Serie D è quasi fatto, ma sarà il test di domani pomeriggio alle 15 contro l’Equipe Campania – al quale dovrebbe assistere anche un emissario inviato dal prossimo avversario in campionato – a fornire ulteriori indicazioni a mister Graziani che ora può lavorare con la rosa completata sul mercato. Al massimo arriverà un altro ’99 che potrebbe essere Marten Wilmots. “Operazione non facile” l’ha definita il direttore sportivo Carlo Musa che domenica con il suo Avellino sarà a pochi passi da casa, Torrimpietra. Venerdì le parti dovrebbero incontrarsi per valutare una volta per tutte se ci sono le condizioni per chiudere la trattativa su base pluriennale (novità di questa estate in Serie D).

Curiosità dal mondo Serie D. Il Giudice Sportivo ha accolto i reclami di Monterosi e Lupa Roma perché entrambe hanno schierato un calciatore squalificato nel confronto diretto di Coppa Italia (trentaduesimi). Di conseguenza Albalonga ai sedicesimi. Il Cannara invece passa il turno perché il Bastia ha violato la regola sull’impiego degli under nella partita di coppa.