Calcio Avellino, Graziani mastica amaro: “Che fastidio uscire dalla coppa”

Calcio Avellino, Graziani mastica amaro: “Che fastidio uscire dalla coppa”

19 settembre 2018

di Claudio De Vito – Una prestazione non esaltante messa in conto da Archimede Graziani che però non riesce a mandare giù l’eliminazione dalla Coppa Italia di Serie D. “Mi rode aver perso e mi dà fastidio non poter andare avanti” è stato il commento del tecnico biancoverde che però non fa drammi rispetto ai novanta minuti del Partenio-Lombardi.

Seppur col rammarico, tutto calcolato. “Queste partite mi servono per valutare i calciatori che ho a disposizione e durante il precampionato non abbiamo potuto giocarle – ha spiegato – non siamo ancora pronti, siamo al 50-60% di quello che potenzialmente possiamo fare”. Ma c’è anche un pizzico di mea culpa: “Ho provato a cambiare qualcosa con una forzatura tattica che non avrei dovuto fare”. Un’ammissione di responsabilità riferita probabilmente al cambio di modulo con l’ingresso di Mentana che ha segnato il passaggio al 3-4-1-2.

Resta almeno l’abbraccio del pubblico che ha fatto sentire tutto il suo calore nel post cerimonia per la consegna del logo. “Ringrazio i tifosi, avere il loro apporto è stato il nostro primo obiettivo – ha detto mister Graziani – sapevamo sin da subito di avere bisogno di loro”.

Mercato chiuso e per l’ennesima volta da chiarire rispetto alle sue dinamiche di raccordo tra allenatore e direttore sportivo. “Io e Musa abbiamo lavorato confrontandoci sempre – ha rimarcato il trainer toscano – il mercato è compito del direttore sportivo ma c’è sempre confronto. E’ stato un percorso condiviso. Sono contento di avere questi calciatori e li difenderò sempre. Se poi il direttore mi proporrà un nuovo calciatore in grado di aumentare la qualità del gruppo allora sarò lieto di accoglierlo”.