Calcio Avellino, Gravina spegne i sogni di ripescaggio in C

Calcio Avellino, Gravina spegne i sogni di ripescaggio in C

29 agosto 2018

Addio sogni di Serie C per il Calcio Avellino SSD stando alle parole del presidente della Lega Pro Gabriele Gravina.

In un’intervista al portale restodelcalcio.com il numero uno della Serie C ha categoricamente affermato: “Abbiamo chiuso l’organico, è scaduto il termine che dava la possibilità di presentare le domande di ripescaggio. Alcune società hanno avuto problemi nelle rispettive leghe d’appartenenza, hanno avuto l’opportunità di poter disputare un campionato diverso come città, ma non credo che le leghe possano intervenire o ipotizzare degli scenari differenti da quello attuale”.

Porta di servizio per il ripescaggio sbattuta in faccia dunque al club di Gianandrea De Cesare che attendeva il 7 settembre per ricavarsi uno spazio in C accodandosi al Bari. “Spero e mi auguro che il Collegio di Garanzia ripristini, per quanto riguarda il format, gli art. 49 e 50 N.O.I.F. (ripristino della B a 22 squadre, ndr) – ha detto Gravina – ciò non vuol dire essere contrari alla riforma dei campionati, anzi sono favorevole, ma tale riforma deve giungere attraverso un percorso che avvenga nel rispetto delle norme”.

Al Calcio Avellino dunque non resta che mettermi l’anima in pace e concentrarsi esclusivamente sulla Serie D che domani alle 14 partorirà i gironi e che a questo punto la settimana prossima procederà con i calendari. La società biancoverde spera di poter essere inserita nel raggruppamento G, quello sardo-laziale ma gli spauracchi H (campano-pugliese) e I (campano-laziale-calabrese-siciliano) restano vivi. La prima di coppa con il Nola intanto dovrebbe giocarsi il 9 settembre sulla scorta di una nuova richiesta congiunta dei due club.

(foto SportFair)