Calcio – Al ‘Manuzzi’ in 1500 per difendere la serie B

9 maggio 2008

Bisogna difenderla ad ogni costo, conservarla con le e unghie e con i denti. La serie B non può e non deve essere persa. La forza di lottare e la voglia di non fallire ci sono, si va a Cesena per dare il definitivo colpo di grazia all’ultima della classe e conquistare tre punti fondamentali per la salvezza diretta. Perché mantenere la cadetteria senza l’ausilio degli spareggi a quattro turni da termine è ancora possibile. Il popolo irpino ci crede, pronto ad invadere il Manuzzi a sostegno del lupo. Ora più che mai si deve rispondere presente. Torna a galla l’orgoglio nel momento più importante, nella fase decisiva di una martoriata stagione. L’impianto romagnolo si tingerà a tinte biancoverdi per la sfida che vale una stagione. Una fetta del Partenio pronta a seguire la squadra, a non lasciare soli De Angelis e compagni. La carica dei 1500 per riuscire in quella impresa che ormai manca da tanto, troppo tempo. Gli appelli, le chiamate dell’ultima settimana, l’invito a fare quadrato intorno agli uomini di Calori sono stati accolti in pieno. Il termometro del tifo finalmente è tornato a temperature altissime. Si torna a credere in un obiettivo che fino a qualche settimana fa avrebbe avuto il sapore di miracoloso. Insieme ricordando i 10.000 di Crotone, dell’ 11 maggio 2003, l’invasione di Pescara contro il Gualdo. Appuntamenti che hanno fatto la storia del calcio avellinese, tappe indimenticabili, che hanno mostrato all’Italia del pallone tutto l’amore del popolo irpino per questa maglia, per quei colori che solo poco meno di 12 mesi fa hanno dato una nuova emozione nella finale vinta contro il Foggia. Nessuno vuole che si ripeta l’epilogo di due anni fa. Si va ad affrontare i bianconeri con la forza del cuore, che è tornato a pulsare per una squadra che sta dimostrando a tutti di non volersi arrendere. Nessuno vuole fallire, nessuno vuole piangere, tutti uniti per condividere un successo importante. E poi nessuno vuole abbandonare il sogno di un nuovo derby contro la Salernitana. Perchè chi ama l’Avellino spera di rivedere il film degli ultimi 90’ al Partenio con i granata, un 4 a 0 da bissare. Ma soprattutto da ottenere in un campionato con un prestigio sicuramente diverso. (di Sabino Giannattasio)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.