Calcio a5/Femminile – Talea vittoria e terzo posto in classifica

18 marzo 2010

Avellino – La Talea supera al termine di una gara avvincente il Costa d’Amalfi, con il risultato di 4 -3. Biancoverdi in formazione tipo con Perna, Moschella, Alvino, Pugliese e Roberto. Le ospiti schierano Gambardella, Amato, Giordano, Miccio, Buonocore. La formazione di casa punge, ma non trova la via della rete, l’ansia della gara fa perder non poca lucidità alle lupacchiotte.
Al settimo la formazione ospite è più cinica: Buonocore libera Miccio che batte l’incolpevole Perna. Le irpine sono brave nel reagire non si disuniscono ,trovano il pari all’undicesimo, la sfera giunge a capitan Alvino, che prontamente pesca Pugliese, la sua conclusione non lascia scampo al portiere salernitano.
La partita diventa vibrante, accesa e le due squadre cercano di superarsi incitate a gran voce dalle due tifoserie. Le panchine studiano le mosse vincenti, diventa una partita a scacchi.
Roberto inventa il suo capolavoro, stoppa, disorienta l’avversaria e scarica una rasoiata che si infila all’angolo opposto a quello di tiro, è il ventiseisimo. Alvino sfiora la terza marcatura, Gambardella si supera e smanaccia in angolo Ventinovesimo le amalfitane pervengono al pareggio, tiro della Buonocore, deviato dalla Moschella, di quel tanto per mettere fuori l’incolpevole Perna.
Nella ripresa si respira aria di battaglia, le due formazioni sentono l’importanza della posta in palio,prevale l’agonismo,ma non mancano le belle giocate.
Quinto minuto, D’Angelo serve uno splendido assist per l’accorrente Roberto,che dal cuore dell’area,conclude in modo vincente,riportando le irpine in vantaggio. La gara non ammette pause, ne distrazioni, il primo errore della Talea viene punito severamente, le irpine perdono palla, ripartono veloci le ospiti, chiudono il contropiede con Miccio che sigla la nuova parità, è il 3 a 3, al decimo. Avellinesi sicure dei loro mezzi, determinate vogliono vincere la gara, De Stefano è in serata di grazia, ispirata al quattordicesimo confeziona la giocata che vale i tre punti, parabola disegnata con il compasso dalla media distanza,che si spegne all’incrocio dei pali, è il goal che scatena l’entusiasmo della tifoseria avellinese.
La sagacia tattica delle irpine riesce ad avere la meglio sulla forza di reazione delle ospiti.
L’apporto della panchina biancoverde lascia le briciole alle avanti amalfitane, si segnalano Troisi determinante in difesa, D’Angelo e De Stefano autentiche spine nel fianco nella difesa avversaria, Racioppi guadagna tempo prezioso con il suo buon possesso palla. La Talea con questo successo balza meritatamente al terzo posto e mette nel mirino il Real Sannio,distante solo due lunghezze.