Calcio A5/D – Il Cesinali vince: 3 sfide per ritornare in testa

20 aprile 2009

Una rincorsa che prosegue senza sosta, la voglia matta di vincere il campionato. La possibilità concreta di poterlo ancora fare. Il Real Cesinali non vuole arrendersi, non intende fermarsi sul più bello. Nonostante la testa della classifica sia ancora in mano al Palazzisi che guida la graduatoria con 47 punti. Un solo gradino di distacco tra la prima della classe e la squadra di Melillo che priva del furetto Vecchione, fermato dal giudice sportivo, ha superato sul proprio campo la formazione del Nardone Martino.

Finalmente la squadra del presidente Franza ha potuto inaugurare il Nocelleto con una vittoria sofferta ai danni di una compagine vivace, ben organizzata e con alcune ottime individualità in particolare del pivot De Santis, autore di cinque reti.

Il successo per 9-7 ha permesso a Di Gaeta e compagni di mantenere invariato il distacco dalla prima – il Palazzisi infatti, è riuscito a sbancare il campo del San. Nazzaro per 2-3 compiendo una autentica impresa – partita che è stata disputata di fronte ad un pubblico numeroso, corretto ed esemplare e sotto lo sguardo attento e oculato del Presidente ragionale di calcio A 5, Antonio Astarita che ha onorato con la sua presenza la prima partita di campionato sul campo della compagine cesinalese.

Prima dell’avvio del match, con lutto al braccio, hanno osservato un minuto di raccoglimento in commemorazione delle vittime del terremoto in Abruzzo.

Dopo una fase di studio il ritmo dell’incontro è salito in maniera vertiginosa, la prima frazione di gioco è stata caratterizzata da capovolgimenti di fronte che hanno visto impegnati entrambi i portieri con interventi decisivi e spettacolari.
Il Real ha dato prova della propria forza, con un gioco spumeggiante dimostrando di avere tanti elementi sprecati per un campionato come quello di serie D.
L’ostinazione della squadra beneventana, le mancate realizzazioni dei padroni di casa, per eccesso di spettacolarità, ma soprattutto due splendide conclusioni di De Santis hanno consentito alla squadra ospite di chiudere il primo tempo con il punteggio di 3 a 3. Il secondo tempo è iniziato sulla stessa lunghezza d’onda del primo, con continui ribaltamenti di fronte, con grandi giocate di Roca e di Di Gaeta che hanno deliziato gli spettatori, con la caparbietà e forza atletica di Cocchia, l’agilità di Peluso, la tenacia di Testa, la brillantezza di Borriello. La squadra del Nardone Martino, che ha giocato con la tranquillità di chi non deve chiedere più niente al campionato, è riuscita a ribattere il gioco pressante e avvolgente, forse un po’ lento sotto il primo caldo della stagione del Real Cesinali, grazie sempre alle magie del suo pivot. I minuti finali sono stati sofferti perché si è visto un continuo tentativo, peraltro riuscito, della compagine ospite di accorciare il risultato (6-5, 7- 6, 8-7, 9-7), ma la maggior caratura atletica e individuale di giocatori come Di Gaeta, Roca, Testa, Borriello – che farebbero la differenza anche in categorie superiori – ha avuto la meglio. Al fischio conclusivo grandi applausi e complimenti reciproci tra i protagonisti dell’incontro. Un bel pomeriggio di sport nel rispetto e nella esaltazione della sana e indispensabile lealtà da parte di entrambe le compagini. A poche giornate dal termine la lotta per lo scettro di capolista è viva più che mai e la squadra giallorossonera vuole essere protagonista fino alla fine. Mancano tre giornate al termine di questa avvincente stagione e, a differenza dell’altra contendente, per la squadra di Melillo ci sarà una trasferta sul campo del Santa Barbara e due match interni contro Ponteromito ed Atletico Torrioni. Un calendario alla portata che di sicuro potrà permettere alla squadra di ottenere l’intero bottino e sperare che questo serva per evitare la lotteria dei play-off. L’attuale ‘comandante’ del girone invece sfiderà il Ponteromito in trasferta, il Grotta sul proprio campo ed il Green Irpinia nuovamente su terreno esterno.