Calcio a 5/C1 – Battuta d’arresto a Capua per il Cus Avellino

9 febbraio 2013

Sesta giornata di ritorno per il massimo torneo regionale di calcio a 5 maschile. Il Cus Avellino C5, reduce dalla straordinaria vittoria interna contro la Virtus Flegrea per 7-2, è di scena a Capua dove affronta il Real Sant’Erasmo. Con 14 lunghezze e 3 posizioni in più in classifica, privo di Vecchione, che ha accusato una contrattura in settimana, i lupi recuperano Erba, lungodegente di lungo corso dopo il problema muscolare che lo ha tenuto lontano dal campo per diverse settimane, scendono in campo con la formazione che ha fatto man bassa dei flegrei solo una settimana fa, in cui a dettare i tempi è sempre più Jacopo Di Marzo, che si sta ergendo a trascinatore della squadra, insieme al ‘solito’ Marino Parente. Ed è proprio il ‘Divino’ a dare il via alle danze al Palazzetto dello Sport di Capua con una marcatura che arriva dopo un quarto d’ora dal fischio d’inizio del match e che porta in vantaggio i lupi (0-1). I padroni di casa però faticano poco a rimettere la gara sui binari giusti per loro: nei secondi 15 minuti del primo tempo, portano a 4 le proprie marcature grazie ad una tripletta di Cecere e un gol di De Crescenzo. Sul pesante parziale di 4-1 per i rossoneri, si va al riposo lungo. Al ritorno in campo, poco cambia se non il risultato: al 4’ ci pensa capitan Venezia a dimezzare lo svantaggio ospite siglando la rete del 4-2, ma l’illusione dura poco. Nonostante l’utilizzo di Erba portiere di movimento, il Real Sant’Erasmo però ci mette poco a riprendersi il mal tolto e prima Busino al 26’, poi De Crescenzo sul finire di gara stroncano definitivamente le velleità bianco verdi chiudendo il match sul 6-2.